Mondadori: nel semestre risultati di gruppo sopra le stime

3 luglio 2014

Risultati migliori rispetto alle previsioni del piano industriale. Sono quelli evidenziati al mese di giugno per il gruppo Mondadori dall’ad Ernesto Mauri (nella foto). “Avevamo dato un target di EBITDA di 68 milioni e siamo avanti su quello”, ha sottolineato, parlando anche degli obiettivi di riduzione del debito: “Siamo al lavoro su operazioni non strategiche, in particolare immobiliari. Già a giugno si vedrà una riduzione rispetto ai 396 milioni di marzo, per arrivare a fine anno a 300 milioni raggiungendo una situazione finanziaria sana e tranquilla. L’importante è fare un’inversione di tendenza rispetto agli ultimi due anni”, ha continuato l’ad. Per quanto attiene alla raccolta sui mezzi del gruppo, “Stiamo recuperando anche con Mediamond – spiega Mauri -, il sistema periodici (carta e web) segna un – 6% a fronte di un mercato a -12,5%. Mentre il web nel dettaglio (specie sui grandi siti) è in crescita del 13% per la raccolta,  e del 35% per quanto riguarda l’audience”. Proseguono, infine, le sinergie sui contenuti , come nel caso del programma X Style che ha portato in tv su Canale 5 i contenuti di Grazia.

E proprio Grazia, secondo Carlo Mandelli, Direttore Generale Periodici Italia di Mondadori e Ad di Monradio, merita una menzione speciale. “Un brand che oggi regge un network di 23 edizioni nel mondo e che ha avuto un ottimo sviluppo a livello digitale. Ora stiamo accelerando le attività del Grazia International Network  sul fronte del fashion e-commerce. Recente l’acquisizione di London-Boutiques.com che entro il prossimo autunno sarà integrata all’interno della nuova piattaforma Graziashop.com”. Per quanto riguarda il mercato dei periodici Mandelli ha messo in evidenza il recupero di quote di mercato, a fronte della razionalizzazione del portafoglio delle testate. “Abbiamo puntato su testate in positivo, leader nel proprio segmento e con potenzialità multimediali. La strategia ha pagato, tanto che con 11 prodotti in meno la nostra quota nel mercato periodici è del 34%, in crescita di due punti”. Mandelli ha poi commentato i primi risultati del nuovo corso di R101: “Stiamo facendo un ottimo lavoro dal punto di vista dei contenuti – ha sottolineato -, siamo da pochi partiti anche con un canale tv. Ma è presto per dare i dati”. Sulle dichiarazioni di Lorenzo Sassoli de Bianchi in merito all’urgenza di una nuova ‘audi’ per la radio il manager si è detto d’accordo con le dichiarazioni del presidente di Upa: “E’ una lacuna per il mezzo, è necessario costruire un sistema di rilevazione che riprenda gli schemi delle altre audi”, ha dichiarato.

Monica Bozzellini|Andrea Crocioni