Audiweb, in Italia sono 17,2 milioni gli utenti da mobile. Il mercato adv vale 300 milioni di euro

2 luglio 2014

Iab, presentati ieri primi dati della total digital audience gennaio- marzo 2014

Lo smartphone è la prima cosa che tocchiamo alla mattina e l’ultima da cui ci stacchiamo prima di andare a letto. E in Italia, solo nel mese di marzo la total digital audience, presentatata ieri per la prima volta da Audiweb, registra 25 milioni tra gli  utenti online tra i 18 e i 74 anni per un consumo mensile di 46 ore e 15 minuti.  Ma è la mobile audience (utenti unici da smartphone e tablet) che ha messo in luce la quotidianità di utilizzo: 17,2 milioni di utenti nel mese collegati in media per 38 ore e 21 minuti, rappresenta il 57% del tempo totale speso online e 14,5 milioni nel giorno medio. In particolare, oltre il 52% sono giovani tra i 18 e i 34 anni. Audiweb, dopo due anni di lavoro, ha diffuso i primi dati ottenuti integrando in un unico planning database le navigazioni da pc, smartphone e tablet che restituiscono l’immagine di un Paese sempre più connesso e avvezzo all’utilizzo degli strumenti digitali, e dove l’investimento in adv è in crescita: circa 300 milioni di euro il valore del mercato del Mobile Adv nel 2014 (fonte Osservatorio Mobile Marketing & Service del Politecnico di Milano) su smartphone, che rappresenta il 14% del totale investimenti in internet advertising. Questi i primi dati emersi nel corso di Iab Seminar Mobile Marketing & Advertising della mattinata di ieri, aperta da Carlo Noseda (nella foto), Presidente Iab Italia, e introdotta da Stefano Portu, Consigliere Iab Italia. “Il mobile ha una forte penetrazione tra i giovani – ha dichiarato Noseda, ma coinvolge un target più adulto che comprende i decisori di acquisto. Ormai il mobile è il secondo schermo in Italia dopo la tv e prima del pc. Il mezzo mobile aggiunge il vantaggio della geolocalizzazione che rende gli utenti raggiungibili in ogni momento e luogo, si trasforma in una grande opportunità per il mercato adv e per gli investitori. L’obiettivo della nostra Associazione è quindi quello di fornire alle aziende le informazioni e gli strumenti per investire in questo campo.”

Il traffico mobile supera il pc. Tra i giovani internet batte la tv

I dati smartphone e tablet, ora aggregati, verranno evidenziati separatamente a partire dal dato di luglio

Da ieri anche il nostro Paese offre al mercato i dati complessivi sull’audience internet Audiweb, comprendendo tutti e tre gli schermi di internet: pc, smartphone e tablet. Il nuovo set di dati è il risultato dell’estensione del sistema di rilevazione di Audiweb, Audiweb Mobile, sviluppato in collaborazione con Nielsen, Doxa e Memis. “Per la prima volta vengono distribuiti al mercato i dati sulla fruizione complessiva di internet e sulla fruizione da mobile -, dichiara Enrico Gasperini, presidente di Audiweb -, produciamo un database che deriva dalla fusione dei vari panel che monitorano gli utenti: pc da casa, pc dal lavoro, smartphone e tablet. Un vantaggio per gli editori e gli investitori pubblicitari: pianificazioni ‘total Internet’ che permettono di valorizzare strategie multimediali; ottimizzare i contenuti e le promozioni sui diversi mezzi digitali”. I dati presentati hanno infatti messo in luce come stiano cambiando i comportamenti dei consumatori : il 42% del tempo totale dedicato alla navigazione arriva da mobile, 35-54enni che, prediligono il mobile browsing, la navigazione tramite browser (48% del tempo mobile dedicato al mobile browsing). Nel giorno medio – computer e device mobili – risultano 7,4 milioni gli italiani che accedono a internet solo da mobile (il 37% degli utenti online nel giorno medio), un dato superiore all’accesso solo da computer (5,3 milioni solo pc) e all’uso combinato tra i due device (7,2 milioni pc e mobile). I ‘multiscreen surfer’, il 91% degli utenti tra i 18 e i 24 anni ha una forte propensione all’uso esclusivo dei device mobili per accedere a internet nel giorno medio (il 55% degli utenti accede a internet nel giorno medio solo da mobile). Per quanto riguarda il consumo dell’online da device mobili, emergono quote molto elevate per il tempo speso nella fruizione di contenuti delle categorie social network (59% del tempo totale speso nella fruizione di contenuti della categoria), siti o applicazioni legate al mondo dei cellulari (Cellular / Paging: 99%), contenuti vari di intrattenimento (71%, multicategory entertainment), portali (73%, general interests portal &communities). Mentre le news (79%) e le email (86%) hanno una quota di tempo molto più elevata da pc. Confrontando i dati di audience nel giorno medio dei mezzi digitali rilevati da Audiweb (pc, mobile e total digital audience) e della tv (elaborazione Audiweb su dati Auditel), risulta che per i 18-24enni internet è il mezzo principale dalle ore 6 alle 21, in particolare nel peak time della total digital audience, tra le ore 15 e le 18 in cui si rilevano 2,2 milioni di utenti. I dati presentati hanno infatti messo in luce come stiano cambiando i comportamenti dei consumatori: la diffusione di smartphone e tablet ha ampliato ulteriormente l’audience di internet, portandolo a dimensioni di mass market paragonabili a quelle del prime-time della tv tradizionale su digitale. Secondo i dati del Politecnico di Milano, a fine 2014 saranno 45 milioni gli smartphone in circolazione in Italia e 12 milioni i tablet.

Nel corso della mattinata sono quindi intervenuti Alessandro Cusmano , Head of Digital and Advocacy Nokia Italia Subsidiary owned by Microsoft Mobile OY, e Ivan Mazzoleni , Advertisers Sales Manager Microsoft Advertising, Luca Di Cesare , Managing Director smartclip Italia, Silvia Sgnaolin , Responsabile Media e Pubblicità NISSAN, Davide Corcione , Head of Agency Yahoo, Paolo Pace , Head of DigiMob DigiTouch, Walter Bonanno , Chief Business Officer DoveConviene, Gabriele Ronchini , CEO 4w MarketPlace, Erika Cardaci , Interactive Marketing Senior Executive American Express, Salvatore Ippolito , Country Manager Twitter Italia.

METODOLOGIA

Completamente integrata alla rilevazione dell’audience da pc, la nuova ricerca è basata su un modello di rilevazione ‘user centric’ che integra i dati di navigazione da device mobili (smartphone e tablet) con i dati della fruizione pc.
L’estensione del sistema di rilevazione ha richiesto un importante ampliamento del panel e la conseguente evoluzione della metodologia alla base del sistema di rilevazione.

In particolare, al panel pc già esistente, composto da oltre 40.000 panelisti, sono stati aggiunti un nuovo panel per la misurazione delle navigazioni e dell’utilizzo di applicazioni da smartphone, composto da circa 3000 panelisti (1.500 per il sistema operativo Android e 1500 per iOS), e il panel per i tablet, composto da circa 1000 panelisti (Android e iOS). I due nuovi panel utilizzano meter-sofware per la rilevazione automatica delle navigazioni degli utenti.

Il risultato finale è rappresentato dal nastro di pianificazione, Audiweb Database: un file respondent level, che contiene i dati elementari di navigazione e i profili socio demografici degli utenti online dai 18 anni in su, con un dettaglio per giorni della settimana, fasce orarie di 3 ore, proponendo le metriche già usate per l’audience da pc: utenti unici, reach %, pagine viste e tempo speso.