Despar Nordest, la comunicazione passa dal digital signage di M-Cube

1 luglio 2014

Il retailer alimentare modernizza i punti vendita e il rapporto con il cliente

Aspiag Service (concessionaria Despar per il Nordest), una delle principali catene retail alimentari in Italia, ha scelto la tecnologia M-Cube per avviare un processo di comunicazione del tutto nuovo con il cliente, che apre le porte alle nuove tecnologie e infonde un profondo senso di innovazione e modernità al marchio. Despar Nordest era già stata pioniera nell’inserimento di alcune nuove tecnologie, come la radio in-store, all’interno di alcuni suoi punti vendita. L’esigenza ora, nell’era della rivoluzione mobile e digitale, era quella di rendere ancora più interattivo il punto vendita per veicolare messaggi mirati e altamente personalizzati ai consumatori nonché trasmettere un forte senso di modernità e innovazione del brand. In collaborazione con M-Cube, che realizza sistemi multimediali integrati per le moderne catene commerciali, il progetto per il rinnovamento dei punti vendita Despar Nordest è stato estensivo e ha visto l’introduzione del Digital Signage in svariati esercizi commerciali con diversi formati grafici e contenuti, come per esempio display singoli 16:9 in 14 Interspar e 3 Eurospar nelle zone del fresco (macelleria, gastronomia e pescheria); banner 4mx2m 3 1mx2m in 3 Interspar nelle zone del fresco quali macelleria e ortofrutta; videowall 16:9 in 3 Interspar e 2 Eurospar nelle zone del fresco quali macelleria e ortofrutta. Ruolo cruciale in tutto questo progetto è stato giocato dai contenuti, cuore di tutta la nuova strategia di comunicazione. A parte le promozioni e le offerte commerciali, che rappresentano il 40% di tutte le comunicazioni display, Despar Nordest ha voluto dare ampio spazio anche ad iniziative speciali per informare la sua clientela. Nella fattispecie il 20% delle comunicazioni veicolate negli store fanno riferimento al catalogo, prodotto editoriale del gruppo che ogni mese propone le offerte su un determinato tema centrale; un ulteriore 30% rappresenta la comunicazione di responsabilità sociale (CSR) con indicazioni rilevanti sull’educazione alimentare mentre il restante 10% è riservato alle promozioni locali, che contraddistinguono quindi ogni singolo punto vendita. “Il digital signage ha permesso di potenziare il marketing mix integrando il materiale di comunicazione in-store con contenuti multimediali interattivi utili per migliorare l’esperienza di acquisto degli utenti all’interno dei nostri punti vendita. Abbiamo riscontrato un deciso interesse dei nostri clienti verso le soluzioni interattive e guardiamo alla rivoluzione mobile come il prossimo progetto da realizzare” ha dichiarato Marco Marchetti, responsabile new media di Aspiag Service. “Poter rappresentare una leva decisiva di business grazie alle nostre tecnologie, contenuti e know-how è la chiave di volta che ci spinge a fornire, giorno dopo giorno, risposte sempre concrete e in linea con le più attuali esigenze di mercato. Ora guardiamo al mobile con deciso interesse e a tutte le sue declinazioni in tema di multicanalità e nuove tecnologie, non ultima iBeacon che permette di offrire al consumatore messaggi altamente mirati e targetizzati, costituendo un nuovo paradigma della comunicazione commerciale” ha dichiarato Leonardo Comelli, direttore commerciale di M-Cube.