Unieuro, al via la comunicazione per il rebranding dei negozi con Red Cell

30 giugno 2014

L’agenzia milanese sarebbe il nuovo partner creativo della catena di elettronica di consumo. La prima fase di comunicazione si completerà a fine settembre con il cambio di insegna in tutta Italia. Da metà ottobre nuovo format tv, radio e web

 

Secondo quanto risulta a Today Pubblicità Italia, si sarebbe conclusa a favore di Red Cell la consultazione  creativa indetta da Unieuro per la definizione del format per comunicare il nuovo corso dell’isegna. Ha preso il via infatti lo scorso 26 giugno la campagna di comunicazione territoriale di Unieuro, declinata su stampa e volantino, che ha annunciato la nascita della ‘nuova’ catena elettronica di consumo, partita il 28 giugno dalla Lombardia (a Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Mantova, Monza Brianza, Pavia, Sondrio, Varese), come precedentemente annunciato dal management durante la convention del gruppo lo scorso 9 maggio (http://www.pubblicitaitalia.it/2014051226075/creativity/la-nuova-unieuro-rivoluziona-il-consumer-electronics-in-corso-la-consultazione-per-ladv).

Il rebranding toccherà tutti i punti vendita italiani entro la fine di settembre. ‘Il 28 giugno ci metteremo il cuore’ recita il payoff dell’annuncio apparso sui principali quotidiani nei due giorni precedenti. La prima tappa di comunicazione è stata la costruzione del nuovo logo e la nuove veste grafica realizzati da Future Brand. L’operazione di rebranding dei negozi è comunicata anche attraverso mezzi digital e social con una campagna realizzata dall’agenzia E3.

A metà ottobre partirà la seconda fase della comunicazione che si protrarrà fino a gennaio con un investimento importante sui canali nazionali tv (reti Rai, Mediaset, La7, Sky e Discovery) e radio e sul web e sui social, nuovo corso che sarebbe stato affidato appunto a Red Cell. Il partner media per la pianificazione è Media Italia.

Oggi la nuova Unieuro, che fa parte di Sgm Distribuzione, è la seconda catena per fatturato in Italia con 1,4 miliardi  e prima per copertura del territorio con 403 punti vendita, di cui 230 affiliati e 173 diretti.