A. Manzoni&C presenta la nuova divisione MAIN – Manzoni International

27 giugno 2014

Sotto la guida di Patrizia Marcolli la struttura supporterà aziende italiane che vogliono pianificare all’estero

A. Manzoni & C. ha presentato agli investitori pubblicitari la nuova divisione MAIN – acronimo di Manzoni International (leggi la notizia anticipata da Today Pubblicità Italia http://www.pubblicitaitalia.it/2014040424717/media/gruppo-espresso-esporta-i-brand-del-made-in-italy-con-manzoni-international). La struttura supporterà le aziende italiane che intendono pianificare pubblicità nei paesi esteri con obiettivi di export ed espansione commerciale o per creare awareness dei propri prodotti e servizi in quei paesi da cui sempre maggiori flussi di turisti arrivano in Italia.

“Abbiamo studiato con FuoriFormat, la divisione creativa e progetti speciali di Manzoni, un logo – ha dichiarato a Today Pubblicità Italia Massimo Ghedini, amministratore delegato di A. Manzoni&C -, rivolto non solo alle aziende italiane, ma a tutti i referenti internazionali”. La neonata MAIN – che in tre mesi di lavoro conta già 25 clienti in portafoglio – è composta da 5 persone e si avvale della lunga esperienza professionale e del know how di Patrizia Marcolli, già direttore del centro media e del marketing strategico in Blei. La nuova unit è organizzata per offrire servizi taylor-made di consulenza strategica, pianificazione e buying a clienti, agenzie e centri media su tutte le tipologie di mezzi.

“MAIN vuole essere un’opportunità in più per i nostri clienti, un servizio che consente di avere una guida in un paese estero – ha commentato l’ad -. In occasione della presentazione abbiamo annunciato un approfondimento che Patrizia Marcolli ha fatto sui paesi del BRIC e del Next Eleven, un gran lavoro di censimento di media esteri”. Le aziende interessate riguardano settori trasversali, tra cui quello turistico e manifatturiero. Sul fronte delle esportazioni, infatti, molte aziende manifatturiere regolari esportatrici, in una grave fase recessiva della domanda interna, hanno trovato grandi opportunità di crescita nello scorso biennio solo grazie all’espansione sui mercati esteri. Sul fronte turistico, “Expo 2015 ci consentirà di avere un importante numero di stranieri – se ne attendono circa 6 milioni – provenienti da Paesi differenti”. MAIN ha inoltre avviato accordi commerciali con importanti media owner esteri (gruppo Bennett, Coleman & C. Ltd -Times of India e O Globo) su mercati chiave per la clientela italiana. Tale direttrice di sviluppo interesserà nel prossimo futuro altri Paesi, identificati come nuovi sbocchi del made in Italy in una prospettiva di medio termine.

Serena Poerio