Boscacci e Lampugnani commentano le shortlist italiane

20 giugno 2014

“E’ stata una grande sorpresa perché abbiamo iscritto ‘Smok-Ink‘ in altre categorie che ci sembravano più accessibili, ma trattandosi di un’operazione di branded content a 360° questa shortlist ci rende ancora più orgogliosi – ha commentato Nicola Lampugnani, direttore creativo esecutivo di Tbwa Italia -. Il progetto rappresenta bene tante sfaccettature dal design al branded content all’activation”.

Prosegue il buon momento per Leo Burnett, che ha aggiunto al suo bottino un’altra shortlist. “Siamo contenti per Leo Burnett Milano, che si dimostra una delle agenzie più creative nel panorama italiano grazie al progetto costruito per Samsung, ma spenso una parola anche per Leo Burnett Torino, che lavora tantissimo e ha ottenuto una shortlist nei Film, nella sottocategoria Automotive che ritengo essere una delle più difficili, con il progetto ‘Fiat 500 Cult’– ha dichiarato Davide Boscacci, Group creative director di Leo Burnett -.E poi siamo impazienti che si sciolga il nodo della categoria Innovation, perché in corsa c’è il progetto per Samsung dove l’idea creativa è stata quella di inserire la tecnologia attorno a un prodotto molto semplice come la bicicletta. Impossibile non avere aspettative, anche se i 30 lavori rimasti sono tutti molto interessantia. Ma essere arrivati fin qui è comunque già un grande risultato”.

Valeria Zonca