De Agostini: Super! secondo canale Kids del dtt a maggio. E DeASapere vira al maschile

19 giugno 2014

Per il canale  dedicato al target bambini, raccolta a + 55% nel primo semestre

 

Con oltre 2 milioni e mezzo di individui sintonizzati ogni giorno (un milione e duecentomila bambini), Super! fa un passo avanti. Il canale di De Agostini Editore, infatti (47 del telecomando sul dtt e 625 di Sky), a maggio si posiziona come secondo canale kids sul digitale terrestre (prescolari inclusi), con un dato  progressivo di 68mila AMR sul target commerciale 4-14 anni. “Un risultato straordinario – commenta Piefrancesco Gherardi (nella foto), managing director di DeA Digital -, in un panorama kids molto frammentato, con oltre 30 canali, ci stiamo collocando in maniera molto netta al secondo posto ponendoci come punto di riferimento per gli investitori: a fronte di un’importante crescita e grazie allo sviluppo di un sistema multipiattaforma”. Super!, infatti, “attraverso consistenti investimenti sul digitale, è l’unico tra i canali per bambini a sviluppare la sua offerta in tv, con un’app di second screen – lanciata lo scorso dicembre e che a oggi registra 300 mila download, in continua crescita – e online con il sito Supertv.it, rilanciato lo scorso maggio e che ci sta dando molte soddisfazioni: con 170 mila visitatori unici e 8 milioni di pagine viste a giugno”. Il canale registra anche un +30% rispetto a giugno dello scorso anno ed è, “pur restando molto bilanciato tra i generi”, il primo canale kids dtt sul target femminile 8-14 anni. Nell’ultima settimana (8-14 giugno) Super! ha raggiunto una media di ascolto pari all’8% di share, con un dato di permanenza di 50 minuti medi. “Anche sul totale individui il risultato è per noi strabiliante – prosegue il manager – gli ascolti sono stati molto positivi con l’1% di share”. Il canale, segnala ancora l’editore, si è piazzato leader assoluto degli ascolti kids per diversi giorni negli ultimi 2 mesi, superando il leader Boing e il competitor K2, con una crescita mese su mese del 38% (media dell’area +22%). Tra i programmi top performer vengono segnalati i contenuti live action e l’animazione; tra le produzioni originali (che per i canali De Agostini hanno raggiunto il 40% del totale programmazione) spicca Camilla Store, programma flagship “emblematico di quello che vorremmo riuscire a fare rendendo i nostri brand multimediali, molto rappresentativi per un certo target e interessanti per gli investitori. Crediamo che il futuro del comparto kids sia multipiattaforma – aggiunge Gherardi -, con lo sviluppo di un sistema capace di ‘circondare’ un pubblico che si sposta sui vari device e che ci consente di costruire con le aziende progetti di brand partnership dal forte livello di ingaggio del target. Cosa che sta avvenendo con nomi come Mattel, Ferrero, Giochi Preziosi e Nintendo”. Sul fronte commerciale, la raccolta, curata da Mtv Pubblicità, registra un + 55% nel primo semestre 2014 sul 2013: “Crescita importante ma fisiologica, visto che il canale esiste da un anno e mezzo – commenta Gherardi –. Non ci aspettiamo che diventi un dato di chiusura annua, ma il canale si comporta molto bene”. Allargando lo sguardo al resto del portafoglio, sul satellite, se la raccolta presenta “un dato soddisfacente con  2 milioni di euro, l’80% dai canali Kids”, proprio il Network Kids tv cresce negli ascolti con un progressivo di oltre 10K AMR sul target individui. DeAKids, con circa 500.00 contatti al giorno e un altissimo livello di fidelizzazione, si posiziona tra i principali canali del comparto kids di Sky.  DeAJunior si conferma ben posizionato sul target prescolare e con un’ottima presenza di mamme 35-44 anni.  Infine, novità arrivano anche per DeASapere (dato di ascolto pari a 200 AMR)  “stiamo virando il canale  più sul target maschile – anticipa Gherardi – un work in progress che stiamo realizzando a partire dalla programmazione di una serie di prodotti factual classici dell’area 400”. Mentre si conferma l’intenzione dell’editore di continuare a studiare un canale femminile-lifestyle che possa ispirarsi a DeAbyDay  network femminile sul web “in fortissima crescita”, i cui ricavi pubblicitari (raccolta di Web System) registrano un + 60%.