Febbre Mondiale: tv e internet gli strumenti per seguire l’evento

13 giugno 2014

Lo studio di Yahoo

Da una ricerca effettuata da Yahoo risulta che il 56% degli intervistati italiani seguirà i Mondiali di calcio del Brasile (57% maschi e 43% femmine), mentre il 24% spegnerà la televisione e il 19% non entrerà nemmeno nei bar che trasmetteranno le partite per non correre il rischio di imbattersi in una partita. Il 15% eviterà di parlare con colleghi di lavoro che commentano i Mondiali, il 14% incontrerà solo gli amici che non sono interessati alla competizione, l’11% spegnerà la radio e il 6% eviterà di leggere quotidiani. Per chi seguirà l’evento il mezzo principe per ricevere informazione è la tv (67% degli intervistati), segue internet (65%). Chi sceglierà il tablet per seguire i Mondiali? I maschi 45-54 anni rappresentano il target più numeroso con il 45%, mentre i tifosi con bambini dai 6 ai 17 anni raggiungono il 44% a conferma dell’utilizzo in famiglia del tablet. I maschi dai 25-34 sono invece il 43%.Lo studio ha coinvolto oltre 10 mila utenti in 14 differenti mercati. Le interviste effettuate in Italia sono state 1.153.