RDS Academy, dal 9 giugno la radio sbarca su Sky Uno

6 giugno 2014

Rds, Vanity Fair e Sky lanciano il primo talent per speaker radiofonici. CheBanca! main Sponsor da 250 mila euro

Da lunedì 9 giugno alle ore 20.10 sbarca su Sky Uno Rds Academy, il primo format tv dedicato a chi sogna di ‘fare radio’. Unico nel suo genere, il programma è ideato da RDS e Vanity Fair, prodotto da Level 33 e trasmesso ogni lunedì in esclusiva su Sky Uno HD. Nove puntate da 25 minuti, ambientate nel quartier generale di radio RDS dove 12 concorrenti, dovranno intraprendere un percorso fatto di lezioni, studio e prove a eliminazione che porterà solo uno di loro ad ottenere il lavoro dei sogni: un contratto come speaker radiofonico di un anno con RDS 100% grandi successi. A decretare e a formare la nuova voce della radio 3 coach d’eccezione: Anna Pettinelli, voce storica di RDS, Matteo Maffucci, anima degli Zero Assoluto e direttamente da Zelig, il comico Giovanni Vernia. Saranno loro a forgiare il talento degli aspiranti speaker, affiancati da Diletta Leotta, presentatrice e giovane volto di Sky Meteo24. “Tratto distintivo del talent sarà la crossmedialità – ha sottolineato Massimiliano Montefusco (nella foto) marketing manager di RDS -. In linea con il nostro nuovo posizionamento, siamo sempre più proiettati verso una entertainment company. Un  format innovativo, Rds Academy, in cui chi osserva da casa venga stimolato insieme a chi partecipa in prima persona. Un ecosistema – Rds, Vanity Fair e Sky – che mette a disposizione le proprie peculiarità e attitudini in modo trasversale per allargare il bacino: radio, stampa, tv, web, app e second screen”. Opportunità che permetterà a RDS di proseguire sulla scia della crescita a doppia cifra realizzata nel 2014 dalla raccolta pubblicitaria. La scelta strategica è stata di far interagire realtà diverse, ma complementari, per offrire al pubblico e agli investitori una proposta unica ed esclusiva. Un’alchimia che secondo Francesca De Martini, producer di Sky “si percorrerà sempre più spesso in futuro”. “Un progetto che ho deciso di abbracciare perchè penso che la radio il mezzo che si sta adattando meglio all’evoluzione in atto  – ha rimarcato il direttore di Vanity Fair Luca Dini-. Per noi rappresenta un elemento di continuità con le attività già promosse in passato dal magazine per la valorizzazione di talenti emergenti”. Una collaborazione editoriale, commerciale e di promozione di tre gruppi fa leva sui 4, 7 milioni di utenti dui RDS, i 6 milioni di Condé Nast con Vanity Fair e gli oltre 4,3 milioni di abbonati Sky. A supportare l’operazione è CheBanca! “Rds Academy ci ha da subito conquistato per la sua esclusività editoriale – ha dichiarato a Today Pubblicità Italia Luca Prina, direttore marketing e comunicazione CheBanca! -. Siamo una realtà giovane che si contraddistingue rispetto al panorama bancario tradizionale, anche nella comunicazione, utilizzando linguaggi non convenzionali. CheBanca! è entrata fin da subito nel mercato con un modello di distribuzione multicanale: sito internet, servizio clienti e filiali innovative che reinterpretano in chiave moderna il concetto di sportello bancario, con l’eliminazione delle barriere fisiche e orari di apertura da negozio. Inoltre ha accresciuto i canali di contatto remoto con i clienti lato digital attraverso la creazione di un customer care dedicato su Facebook e di un app gratuita. Con Rds Academy vogliamo continuare a sottolineare il dna della nostra banca che ha scelto il giallo come simbolo di ottimismo e positività. CheBanca da 6 anni sul mercato ha già assunto 950 persone. Con questa iniziativa ancora una volta vogliamo valorizzare le persone e professionalità. Siamo una banca marketing driven – ha concluso Prina – che ad oggi ha già raggiunto i 550 mila clienti e 13 miliardi di euro di raccolta”. Come main sponsor CheBanca ha investito nell’operazione 250 mila euro. All’interno del format CheBanca sarà presente con operazioni di product placement creati ad hoc per l’occasione e pianificazioni tabellari nei break pubblicitari previsti. I 12 concorrenti che entreranno in Accademia dovranno intraprendere un percorso fatto di lezioni, studio e prove a eliminazione. Tra i contenuti di ciascun episodio una sintesi delle lezioni frequentate, una prova e una valutazione della giuria. Una voce riconoscibile, la dizione pulita e la capacità di coinvolgere il pubblico con la propria personalità, sono le 3 qualità indispensabili per entrate all’RDS Academy. I concorrenti dovranno trovare una notizia adatta per un programma mattutino, confezionare una top 5, saperla annunciare senza essere noiosi, intervistare una celebrità in studio, gestire un autoregia senza l’aiuto di nessuno e molto altro, sempre, sotto l’occhio vigile dei coach. Nelle prime tre puntate i coach sceglieranno i 12 concorrenti che saranno ammessi in Accademia e che si contenderanno, nei 6 episodi successivi, l’ambito contratto di lavoro per un anno con RDS.