Valtur si fa multimediale per comunicare il nuovo posizionamento

16 maggio 2014

Tv, cinema, radio, stampa, esterna  e web nella pianificazione di Seventeen Media. Budget atl e btl pari al 15% del fatturato

 

‘Una buona dose di sale e di mare, una manciata di relax, un pizzico di avventura e un mondo di sport, un’abbondante spolverata di divertimento e uno spicchio di luna’: è questa la promessa contenuta nello spot da 30” di Valtur, che ieri ha presentato il cambiamento di strategia a seguito del nuovo riposizionamento del brand che compie 50 anni. Il nuovo capitolo è conseguente all’acquisto da parte di Orovacanze del ramo d’azienda di Valtur avvenuto a ottobre 2013: il nuovo assetto societario sarà operativo entro il 30 settembre di quest’anno sotto il cappello di Orogroup con le due business unit sperate.

“Le nuove strutture ricettive seguiranno il modello di prodotto Valtur, che è un esempio di ospitalità italiana nel mondo. Ho invece applicato il business model che si concentra sulla gestione delle strutture senza proprietà immobiliare, in linea con il mercato internazionale”, ha introdotto il presidente di Valtur e di Gruppo Orovacanze, Franjo Ljulijdjuraj. Perché come annuncia il pay-off del commercial ‘Valtur è sempre Valtur’.

Il 30”, on air su reti Mediaset dal 4 maggio, ha come testimonial Natalia Titova, Massimiliano Rosolino, che coordinerà le scuole di nuoto dei 12 villaggi Valtur (11 in Italia e uno in Kenya) e il cestista Carlton Myers che la prossima estate sarà presente al Basket Camp del Club di Capo Rizzuto.

La creatività e la produzione sono state curate da Cattleya Association Agreement di Roma con la regia affidata a Candido Torchio e le musiche composte da Tony Esposito. “Da ieri la campagna è on air anche nei cinema e da domenica prossima su reti Rai e su La7 – ha spiegato a Today Pubblicità Italia Ennio Nicolucci, l’ad di Seventeen Media, la società di comunicazione che ha curato la pianificazione e la creatività radio, outdoor e web -.  Nella seconda metà di giugno è previsto un recall dello spot e stiamo verificando delle attività su reti Sky in concomitanza con i Mondiali di calcio. Inoltre è prevista la brandizzazione di 200 taxi a Milano, una campagna radio su Radio Italia e una partnership con Radio Kiss Kiss attraverso un concorso nei villaggi Valtur che coinvolge animatori  e deejay. Il piano media riguarda anche il web con banner sul sito del TgCom”.

L’agenzia InArea, con la direzione creativa di Monica Solimeno, si è invece occupata del restyling della brand image, dei cataloghi e della campagna stampa veicolata su Panorama, Chi, Tv Sorrisi e Canzoni e altre testate.

“Si tratta di un investimento di comunicazione importante, comprensivo di atl e btl, pari al 15% del fatturato, per comunicare i valori del brand che sono passione, energia, senso di appartenenza, orientamento al cliente e spirito di squadra – ha commentato il dg di Valtur Domenico Pellegrino -. Da fine 2014 partirà anche una campagna di web marketing. Il fatturato 2013 del gruppo è stato di 76,6 milioni di euro. Per l’anno in corso stimiamo una crescita del 12,3% con 86,3 milioni. Nei prossimi 5 anni è prevista una progressione media annua del 14% fino ad arrivare a 166,5 milioni di euro nel 2019”.

Il piano di sviluppo presentato dal direttore generale di Valtur per i prossimi 5 anni prevede anche: lo sviluppo di Valtur Academy (l’ente per la formazione che intende favorire l’occupazione giovanile); l’espansione del footprint commerciale mediante l’apertura di nuovi 10 villaggi all’estero; lo sviluppo del flusso di incoming proveniente dall’estero; il miglioramento e la razionalizzazione delle strutture esistenti, per cui sono stati stanziati 14 milioni di euro per 3 anni; re-ingegnerizzazione dell’offerta dei servizi; un programma di customer loyalty e tribal marketing anche sui social, oltre ad adv, pr e promozioni.

 

Valeria Zonca