Abitare torna a settembre più multimediale e internazionale

7 aprile 2014

Il mensile di Rcs MediaGroup su carta, digital e web. Silvia Botti è il direttore designato. Luca Traverso: “Ampliare il target con la divulgazione a tutto il popolo del Salone del Mobile”

 

Riprenderanno a settembre le pubblicazioni di Abitare, la storica testata di arredamento fondata nel 1961 da Piera Peroni, che Rcs MediaGroup aveva deciso di sospendere lo scorso gennaio. L’annuncio è stato diffuso dall’editore lo scorso venerdì 4 aprile, a ridosso del Salone del Mobile e della Design Week milanese.

“Abbiamo riconsiderato l’ipotesi di chiusura della testata anche grazie alle sollecitazioni che ci sono arrivate da più parti – ha introdotto Luca Traverso (nella foto), direttore Sistema Verticali di Rcs MediaGroup -. Ci siamo, quindi, presi dei mesi di tempo per lavorare sul marchio e sul progetto di rilancio, non trattandosi di un restyling ma di un nuovo prodotto. Il tempo da qui a settembre ci servirà per affinare tutti gli elementi e mettere ‘fieno in cascina’ per il nuovo posizionamento. L’idea, semplice, è quella di tornare a essere un giornale di arredamento con una svolta multimediale dalla forte identità e con un respiro internazionale. Realizzare cioè un mensile che non sia solo un repertorio per addetti ai lavori, ma uno strumento di divulgazione in grado di rivolgersi a quello che è ‘l’intero popolo’ del Salone del Mobile: un punto di riferimento per la comunità internazionale legata all’architettura, al design e alla comunicazione, ma anche una vetrina di visibilità per le nuove generazioni di progettisti, designer, produttori  e ricercatori”.

Sono previste 10 uscite all’anno (di cui un numero speciale per il Salone del Mobile) in italiano e inglese, con edizioni cartacea e digitale, votata all’interattività, e con il sito web www.abitare.it. La testata ‘Abitare since 1961’ sarà posizionata graficamente a metà della cover.

A coordinare il nuovo magazine è stata chiamata Silvia Botti, direttore designato del magazine, architetto, giornalista e collaboratore del Politecnico di Milano. “Il percorso con l’editore è quello di tornare a essere un giornale di informazione con una struttura classica composta da inchieste, reportage e articoli. Trattandosi di uno specializzato, la nostra sfida è quella di allargare il target senza perdere la profondità – ha spiegato Botti -. Altro punto fondamentale è farlo diventare un volano internazionale del made in Italy e uno strumento di diffusione della cultura italiana del progetto. Stiamo lavorando affinché diventi il punto di riferimento della rete internazionale puntando su un’intensa attività di crowdsourcing con la nostra cabina di regia. Altri aspetti che avranno più impulso sono il social networking e gli eventi”, due facce della medaglia per creare engagement e divulgazione. La redazione di Abitare, oltre al direttore, conterà su 5 persone.

Punteremo molto sul marchio soprattutto nella creazione di eventi e, inevitabilmente ci saranno connessioni con Living, l’interiors magazine del Corriere della Sera, sia da un punto di vista editoriale sia commerciale, con l’obiettivo di sostenere aziende che vogliono affacciarsi ai mercati esteri. La componente digitale dei ricavi dei verticali di arredamento si fa sempre più significativa e si aggira tra il 20 e il 30%, ma è destinata a crescere, in linea con gli altri sistemi verticali di Rcs”, ha concluso Traverso.

“Torniamo ad avere nella nostra offerta un brand storico forte e riconosciuto nel mondo, che, con il suo sistema multimediale sarà in grado di garantire una visibilità unica e internazionale ai marchi delle aziende italiane, non solo del settore architettura&design – ha commentato Raimondo Zanaboni, direttore generale Pubblicità di Rcs MediaGroup -. Il nuovo Abitare aggiungerà ulteriore efficacia alla proposta di Rcs, già unica nel settore, insieme a Corriere della Sera, con il dorso Casa e con le pagine della sezione Tempi Liberi dedicate al mondo dell’arredo, e insieme a Living, che ha raccolto in aprile 154 pagine di inserito ed è protagonista anche in questi giorni di Salone del mobile a La Triennale con la mostra ‘The Art of Living’ da domani al 27 aprile e online con lo speciale dedicato”. Ancora troppo presto, invece, per parlare di e-commerce per questo comparto.

 

Valeria Zonca