Dal 9 aprile si accende Sky Atlantic. Zappia: “Questa è l’età dell’oro della tv”

4 aprile 2014

Il nuovo canale diventa la casa italiana per HBO

Si apre una nuova era dell’entertainment. Dal 9 aprile alla posizione 110 su Sky si accenderà Sky Atlantic, il il primo canale interamente dedicato alle serie tv europee e internazionali e alle produzioni originali prodotte dalla pay tv. Oltre 360 episodi nuovi, inediti e in esclusiva, 299 nomination agli Emmy Awards, 68 nomination ai Golden Globes per un totale di  96 statuette vinte. Più di 20 vincitori di premi Oscar distribuiti su una quindicina di serie. Un bouquet di produttori, registi e sceneggiatori come Martin Scorsese, Alan Ball, Steven Spielberg, Aaron Sorkin. Attori come Paul Newman, Holly Hunter, Robin Williams, Matthew McConaughey, Penelope Cruz. E poi superstar come David Fincher, Michael Apted, Steve Buscemi, Robin Wright, James Caan e il divertentissimo Zach Galifianakis. Sky alza l’asticella della qualità e porta una ventata di aria fresca alla tv. Tra pochi giorni gli abbonati di Sky potranno vedere “una tv immersiva – ha sottolineato Andrea Zappia, ad di Sky -, un canale unico e diverso che solo Sky poteva realizzare. Nel panorama italiano che offre oltre 90 canali serve portare qualcosa di diverso, di qualità elevata. Questa non è tv di accompagnamento, serve attenzione”. Una rivoluzione ed un’evoluzione grazie anche all’accordo con marchi come HBO, Sony, 20th Century, Fox, Starz, e le europee BBC, Canal+, Zdf che permetterà a Sky di offrire ai propri abbonati le più attese e acclamate serie tv da tutto il mondo. In particolare, Sky e HBO hanno siglato un accordo per la trasmissione in esclusiva delle produzioni firmate dalla tv via cavo americana. Grazie a questo accordo, HBO consolida la sua presenza in un mercato strategico come quello italiano e Sky – con il nuovo canale Sky Atlantic HD – diventa la casa in Italia dei contenuti di uno dei più importanti brand di intrattenimento a livello mondiale, con un nuovo significativo investimento pensato per portare sempre più valore nelle case dei propri abbonati.

Contenuti tutti caratterizzati da un’alta qualità di scrittura e forme di racconto inedite che come rimarcato da Sergio Castellitto alla presentazione “riconsegnano al salotto la sua dignità”. La rivoluzione di Sky conferma che solo la pay tv ha le capacità di soddisfare i bisogni degli spettatori. “Il modello della pay tv – ha dichiarato Zappia – consente di far fronte a un investimento che l’industry colpita dal calo della pubblicità, nella sua frammentarietà avrebbe fatto fatica a sostenere”. Un’età dell’oro della tv per Zappia che precisa “la tv non mai stata così bella: gli utenti possono scegliere contenuti e fruizione. Con l’ingresso di Atlantic allarghiamo il potenziale della pay tv”. Con il lancio di Sky Atlantic si chiude un percorso che completa i tre canali di intrattenimento con Sky Uno e Sky Arte (che si posiziona al canale 120). “Tre brand di canali che ospitano grandi brand di contenuto” ha concluso Zappia. I break pubblicitari sul canale dureranno solo 60” nelle serie da 1 ora, (30” di spot ogni 30 minuti di serie): tra i primi marchi ad aver aderito Chanel, Lacoste e Mercedes come main sponsor. A inagurare Sky Atalantic il 9 aprile House of Cards alle 21.10 ispirato all’omonimo romanzo di Michael Dobbs, mentre alle 23.00 sarà la volta della quarta stagione de Il Trono di Spade, seguito dalle première di Banshee e Magic City. Il 10 aprile sarà on air The Crazy Ones e la quarta stagione di Boardwalk Empire, e poi ancora True Detective, Masters of Sex, Top of The Lake, The Fall, Les Revenants, I Borgia e le versioni originali di The Bridge (Bron/Broen) e The Killing (Forbrydelsen). Oltre alle serie tv internazionali su Sky Atlantic vedremo anche serie italiane, come Venuto al Mondo Extended Version (cinque capitoli: Amore, Maternità, Guerra, Pace, Separazione) del film di Castellitto del 2012 –, il 6 maggio l’atteso Gomorra – La serie (12 episodi da un’ora con la collaborazione di Roberto Saviano già venduta in più di 30 Paesi). A novembre partirà anche 1992 con Stefano Accorsi (visibile su La7 tra nove mesi), la seconda stagione di In Treatment e Diabolik, una co-produzione tra Sky Italia e BskyB, in collaborazione con Sky Deutschland. Un’offerta così ricca potrebbe far sorgere la domanda: Sky Cinema? Andrea Scrosati, executive vice president programming di Sky Italia risponde: “Noi costruiamo un’offerta tv che premi l’abbonato, non che esalti il singolo canale -. In un contesto in cui i consumi calano, abbiamo introdotto un sistema che valorizza l’abbonato. Il fatturato di Sky è flat ed è aumentato leggermente il fatturato pro capite: questo sta a significare che ogni mese molte famiglie continuano a sceglierci. La nostra strategia è soddisfare il più possibile i clienti esistenti, investendo sui contenuti. I canali Fox sono anch’essi un asse portante della nostra offerta e abbiamo importanti progetti di potenziamento”. A sostegno del lanciom di Sky Atlantic da domenica 29 marzo è partita su affissioni e stampa una campagna di comunicazione di grande impatto. Da ieri è on air lo spot con protagonista Sergio Castellito pianificato nei cinema, teatri e su tv digitale terrestre. Da settimana prossima la campagna con lo psicologo di In Treatment sarà on air anche sulle tv generaliste.

Fiorella Cipolletta