Per Morellato un FioreMio da 4 milioni. Adv globale firmata Fabrizio Ferri, Robiglio e Dematteis

21 marzo 2014

Il 50% del budget destinato all’Italia. On air da fine marzo su tv, stampa e web. L’ad del gruppo Massimo Carraro: “Contemporaneamente siamo in campagna per la linea Colors con un ulteriore milione di euro di investimento”

 

Far uscire la gioia di vivere di Morellato. E’ questo il concept che caratterizza la nuova campagna multimediale per la primavera-estate 2014 di Morellato per il lancio della nuova linea di gioielli FioreMio, che ripropone un fiore stilizzato con petali preziosi e scintillanti.

“La moda della primavera estate punta sul fiore e anche noi abbiamo voluto interpretare questa tendenza nel gioiello moda”,  ha spiegato a Today Pubblicità Italia Massimo Carraro, ad di Morellato Group. La creatività è stata affidata al duo RobiglioDematteis, insieme al brand per la terza campagna, e alla maestria fotografica di Fabrizio Ferri. Testimonial è la modella portoghese Sara Sampaio.

“La campagna pubblicitaria worldwide di FioreMio Morellato sarà on air su tv, con spot da 30” e 15”,stampa e web da fine marzo a luglio, con pianificazione gestita internamente – ha precisato l’ad -. Partirà contemporaneamente in Italia, Europa, Middle East e Cina con soggetti differenti, ‘customizzati’ sui vari mercati. Si tratta di un investimento importante, con circa 4 milioni di euro di cui il 50% destinato all’Italia”. Lo spot Tv, prodotto da Mandala, accompagnato dalla romantica colonna sonora ‘Aprite le Finestre’ di Virgilio e Dante Panzuti : una musica della tradizione italiana degli anni ’50, un inno alle donne e alla rinascita di primavera illuminata dai gioielli FioreMio.

Contemporaneamente è on air un’altra campagna su stampa e web a supporto della collezione Colors, la linea di gioielli e orologi per il target più giovane, sempre con la creatività di Robiglio e Dematteis. “Per la prima volta siamo on air con 2 campagne contemporaneamente legate a due posizionamenti. Questa campagna vale circa 1 milione di euro per il mercato europeo”.

Per quanto riguarda i dati dell’azienda, Carraro ha dichiarato che il 2013 è stato un anno difficile con un calo di fatturato di circa il 2-3%, legato alla perdita del mercato italiano. Nel primo trimestre 2014 siamo però a +9%, un risultato costruito grazie  auna continua crescita dei mercati internazionali ma anche l’Italia non cala più”.

Valeria Zonca