Gruppo Sole 24 Ore, ricavi a -10,5%. L’adv cala all’8,8%, cresce la raccolta online (+9,5%)

20 marzo 2014

Il CdA approva i risultati di bilancio al 31 dicembre 2013. Il Sole 24 Ore si conferma a dicembre 2013 primo quotidiano digitale nazionale con 149.000 copie digitali diffuse

 

Il 18 marzo il Cda del Gruppo Sole 24 Ore ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2013. I ricavi consolidati sono pari a 385,5 milioni di euro (-10,5% sul 2012), dovuti alla perdita della raccolta pubblicitaria di 16,2 milioni di euro (-11,2%) e dalla razionalizzazione del catalogo libri e periodici, con il passaggio di testate cartacee al digitale.

La raccolta pubblicitaria di System è in flessione dell’8,8%, ma è positivo l’andamento della raccolta online che registra un incremento del 9,5%. Il Sole 24 Ore si conferma a dicembre 2013 primo quotidiano digitale nazionale con 149.000 copie digitali diffuse. La diffusione complessiva carta + digitale (Fonte: Ads dicembre 2013) è pari a 343.566 copie e conferma Il Sole 24 Ore al terzo posto tra i quotidiani nazionali. Il sito www.ilsole24ore.com è l’unico sito in Italia ad avere introdotto il sistema a pagamento (metered) che registra al 31 dicembre oltre 15 mila utenti abbonati. Allo stesso periodo gli utenti unici del sito nel giorno medio hanno registrato +17,2% sul 2012. Sostenuta anche la crescita di utenti unici e pagine sul mobile che fanno segnare, rispettivamente, un +10,6% e un +11,8% rispetto al 2012 (fonte: Omniture Site Catalyst/Nielsen SiteCensus).

Radio 24 è in crescita del 9,6% e si riconferma al 9° posto nella classifica delle radio nazionali con oltre 2 milioni di ascoltatori nel giorno medio. L’agenzia Radiocor registra ricavi in crescita del 2,3%, grazie anche a nuovi accordi internazionali.

Il Margine Operativo Lordo (ebitda) al netto degli oneri non ricorrenti pari a -16,5 milioni di euro migliora del 30,3% rispetto al 2012, grazie alle azioni di contenimento dei costi, i benefici derivanti dalla strategia di integrazione dell’offerta carta + digitale, l’accelerazione dell’innovazione di prodotti soprattutto digitali, con pacchetti sempre più segmentati e la razionalizzazione della struttura produttiva. Nel secondo semestre del 2013, tali azioni hanno consentito di migliorare l’ebitda comparabile di 16,8 milioni di euro rispetto al risultato del secondo semestre del precedente esercizio e l’ultimo trimestre del 2013 vede l’ebitda comparabile tornare positivo per 2,3 milioni di euro. L’ebitda complessivo è pari a -42,7 milioni di euro, rispetto ai -41,7 milioni di euro del 2012. Il Risultato Operativo (ebit) al netto di oneri non ricorrenti è pari a -38,2 milioni rispetto ai -45,5 milioni del 2012, in miglioramento del 16%.

Il Risultato Netto di gruppo al netto degli oneri non ricorrenti è pari a -39,3 milioni di euro e aumenta di 21,7 milioni di euro rispetto al 2012. Il risultato complessivo di gruppo, comprensivo di oneri non ricorrenti pari a 36,9 milioni di euro, è pari a -76,2 milioni di euro (-45,8 milioni di euro nel 2012 che comprendeva oneri non ricorrenti per 28,5 milioni di euro e un valore positivo per imposte anticipate per 27,9 milioni di euro).

La Posizione Finanziaria Netta è invariata rispetto al 30 settembre 2013 ed è negativa per 48,6 milioni di euro.