JCDecaux verso l’acquisto di Cemusa per 80 milioni di euro

18 marzo 2014

La struttura opera in Usa, Brasile, Spagna, Portogallo e Italia

 

JCDecaux, numero uno mondiale della comunicazione esterna, annuncia la firma di un accordo finalizzato all’acquisizione del 100% di Cemusa – filiale del Gruppo FCC dedicata alla comunicazione esterna – per un valore di impresa di 80 milioni di euro. La finalizzazione della transazione è sottomessa alle classiche condizioni regolamentari e il suo valore finale darà luogo ad aggiustamenti classici del debito netto e del quasi debito netto al closing.

Fondata nel 1984, Cemusa opera nell’arredo urbano e nei trasporti in cinque paesi: Stati Uniti, Brasile, Spagna, Portogallo e Italia. Con 57.000 facce pubblicitarie, Cemusa ha realizzato nel 2013 un fatturato di 142 milioni di euro. Questa acquisizione permetterà a JCDecaux di installare e ampliare le sue posizioni in città cosi emblematiche quali New York, Rio de Janeiro, Brasilia, Madrid, Barcellona, Lisbona e Genova, cosi come in 41 aeroporti spagnoli, fra cui quelli di Madrid e di Barcellona.

Jean-Charles Decaux (nella foto), codirettore generale JCDecaux, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di questo accordo che ci permette  di sviluppare la nostra presenza in cinque  paesi, dall’altra di beneficiare del savoir-faire delle squadre di Cemusa. Grazie a questo nuovo accordo, offriremo per la prima volta da una parte, un circuito di arredo urbano alta gamma sviluppando audience di grande qualità in centro città nei tre maggiori mercati americani quali san Francisco e Boston e dall’altra parte, un circuito nazionale di arredo urbano in Brasile. Ciò implicherà investimenti supplementari nei paesi del Sud Europa al fine di migliorare la nostra offerta commerciale in un settore media molto competitivo con un mercato televisivo fortemente consolidato e un settore internet in forte crescita”.