Cobianchi porta sulla tavola di McCann anche Grana Padano

18 marzo 2014

Stessa sorte potrebbe toccare anche al marchio Deox se il manager, in tandem con Alessandro Sabini, dovesse vincere la gara indetta da Madel

Il Consorzio Tutela Grana Padano che riunisce da oltre cinquant’anni produttori e stagionatori del formaggio Dop più consumato al mondo, continuerà nel 2014 a comunicare ‘Il buono che c’è in noi’ con McCann Worldgroup. La decisione è diretta conseguenza dei nuovi incarichi che Daniele Cobianchi e Alessandro Sabini sono stati chiamati a ricoprire nell’agenzia di Interpublic, ovvero di Vice President e Managing Director il primo e di Chief Creative Officer, il secondo.

Nell’aprile dello scorso anno i due professionisti, grazie alla partnership con la londinese Pocko di Nicola Schwartz, si erano infatti aggiudicati la gara, battendo quattro agenzie, implementando una strategia di comunicazione multicanale di grande efficacia. “Siamo molto felici della fiducia che Grana Padano ha voluto dimostrarci – ha commentato Daniele Cobianchi – e consapevoli che è un privilegio poter lavorare per uno dei marchi più rappresentativi dell’eccellenza italiana nel mondo. Colgo l’occasione per ringraziare Nicola Schwartz e tutto il team di Pocko per quest’anno di straordinaria partnership”.

Ricordiamo che Grana Padano è on air in questi giorni con una campagna radio sul mondo gourmand e tornerà in televisione in primavera. La collaborazione con Pocko rimarrà attiva su progetti specifici legati all’arte, brand activation, sviluppo content non tradizionale e iniziative speciali. Aria nuova dunque in McCann Italia che apre il nuovo corso arricchendo il portafoglio clienti con un marchio prestigioso dell’alimentare italiano e che potrebbe mettere a segno a breve un altro colpo. La stessa sorte di Grana Padano, infatti, potrebbe toccare al marchio Deox, qualora Cobianchi e Sabini, in attesa dell’esito e con ottime chance di successo, dovessero aggiudicarsi anche la gara indetta da Madel, giunta ormai alle battute finali.