McDonald’s lancia il Gran Crispy McBacon per I Crispy Lovers. Firma Tbwa\Italia

13 marzo 2014

Tbwa\Italia firma la campagna tv per il lancio del Gran Crispy McBacon, limited edition dedicata a tutti i Crispy Lovers, gli estimatori del panino al bacon che ogni giorno raccontano e condividono anche sui social network questa loro passione. Protagonisti della nuova campagna tv sono proprio gli amanti del ‘panino più buono della galassia’. Lo spot dà voce al loro entusiasmo, riportando in super i commenti apparsi sulla pagina Facebook di McDonald’s e segnando un cambiamento nella comunicazione dell’azienda: non è più il brand, bensì il consumatore a parlare delle novità di prodotto. ‘Il Crispy è il panino più buono della galassia!’ (Giorgio Messina), ‘Grazie al Crispy anche il mio fidanzato si è convertito al mc’ (Martina Monti), ‘Un giorno scoprirò la ricetta di questa salsa’ (Enrico Prisco), ‘Il Crispy in due parole? Bacon croccanteee’ (Alessandra Ravelli), “Facciamo questo Crispy più grande!” (Simone Giannetti). Il claim di campagna è ‘Non potevano farlo più buono, l’abbiamo fatto più grande’.

Inoltre, in occasione del lancio della limited edition, McDonald’s offre ai Crispy Lovers la possibilità di provare il Gran Crispy McBacon in anteprima e a un prezzo speciale: basta scaricare il coupon presente sulla pagina Facebook dell’azienda e presentarlo alla cassa oggi dalle 19:00 alle 24:00 per poter assaggiare la versione speciale del Gran Crispy McBacon con uno sconto del 30% sul GranCrispy McBacon McMenu e sul GranCrispy McBacon McMenu Classic. Hanno lavorato all’ideazione della campagna televisiva l’art director Luciano Marchetti e i copywriter Stefano Cucinotta e Mirco Pagano. Direttori creativi Rossana Tocchi e Anna Palamà. Direttori creativi esecutivi Nicola Lampugnani e Francesco Guerrera. La regia live action è di Stefano Lodovichi per la cdp Enormous, la regia food è di Marco Bassano per la cdp 360fx. La campagna pubblicitaria, pianificata da OMD, sarà on air da domani al 13 aprile in tv e sui materiali Pop.