Logotel lancia gli eventi 2014 all’insegna del Thinkin’Time

5 marzo 2014

La società chiude il 2013 con +5% e un fatturato di 8,4 milioni di euro

 

Thinkin’Time è il payoff che dà la cifra progettuale ai prossimi dieci mesi di lavoro della service design company di Milano Logotel, nato lo scorso febbraio all’interno dell’annuale kick-off, il meeting che l’impresa ha organizzato per le sue oltre 120 persone nel  borgo medievale toscano di Artimino.

Il ‘(ri)prendersi il tempo’ sarà un concetto-chiave sul quale lavorerà anche la prossima mostra-evento Logotel per la Milano Design Week di aprile, ‘Timescapes’ (8-13 aprile). Una riflessione progettuale che avrà come attrattore principale una nuova edizione , in prima assoluta per l’Italia, dell’installazione multimediale ‘Mécaniques Discursives’, realizzata dal duo di artisti Fred Penelle e Yannick Jacquet. E che prevede anche un pomeriggio di lectures aperte al pubblico dedicate alla declinazione del concetto del tempo (sabato 12) e un evento dedicato all’esplorazione delle varie dimensioni del tempo come fattore cruciale per la progettazione e la gestione del futuro del business, che vedrà presente un panel selezionato di manager e imprenditori (giovedì 10).

La service design company del quartiere milanese di Ventura Lambrate è specializzata “nell’accompagnare la crescita delle imprese nei processi di trasformazione e di innovazione di sistema attraverso un’offerta di servizi integrati di design, formazione e business & social community”, come precisa il ceo Giuliano Favini. In aprile ci sarà anche la pubblicazione del sesto quaderno della piattaforma Weconomy, dedicato al tema del Local. A maggio due appuntamenti (giovedì 8 e martedì 27) avranno al centro il mondo del retail: i nuovi modelli di business che integrano il punto vendita fisico con i nuovi servizi digitali e il supporto ai manager nell’acquisire e comprendere i modelli di gestione commerciale più efficaci per la loro realtà, integrandoli con un approccio progettuale e di service design.

Centrale rimane l’obiettivo di consolidare la crescita conseguita nel corso del 2013, “un anno – conclude Favini – molto complicato per l’economia nazionale, che non ci ha impedito di chiudere con un incremento del 5% e un fatturato di 8,4 milioni di euro, grazie alle 55 imprese presenti nel nostro portafoglio (tra cui Amplifon, Autogrill, Continental, Costa Crociere, Enel, Generali, Intesa Sanpaolo, PSA Peugeot Citroën, Swarovski, Telecom Italia), alle quali si sono aggiunte 16 new entries”.