Alitalia fa decollare il nuovo Ulisse. Parte bene la raccolta

27 febbraio 2014

Già raccolti 700 mila euro. Il magazine chiave di ingresso al mondo Mediaservice

“Un grande strumento di comunicazione a servizio di quei 24 milioni di passeggeri che trasportiamo ogni anno”, con queste parole Gabriele Del Torchio, ad di Alitalia, ieri a Milano ha tenuto a battesimo il nuovo Ulisse, inflight magazine che con il numero di marzo cambia pelle. La storica rivista di bordo, infatti, si è trasformata in un vero e proprio magazine di tendenza, ricco, completo e capace di catturare l’attenzione di tutti i viaggiatori. Il nuovo Ulisse, a bordo degli aerei e nelle lounge dal 1° marzo, è realizzato insieme a P.E.I. Prodotti Editoriali Internazionali sotto la direzione responsabile di Paolo Gelmi, mentre, per  Alitalia, Antonella Zivillica assume il ruolo di direttore editoriale. Numerosi i contenuti trattati mensilmente, anche se il focus principale rimane  il viaggio: di volta in volta verranno raccontate alcune tra le più belle e interessanti città italiane e internazionali viste con gli occhi di un viaggiatore curioso ed esperto. Per ognuna di queste saranno offerte anche informazioni pratiche con tutti gli appuntamenti da non mancare.

“Volevamo realizzare un vero magazine – ha raccontato Gelmi -, con notizie originali. Una lettura utile e che potesse tenere compagnia ai viaggiatori anche una volta scesi dall’aereo. In questo primo numero ci siamo focalizzati su quattro città della moda: oltre a Milano, protagonista della cover, Londra, Parigi e New York”. La raccolta è gestita dal Mediaservice Alitalia con la collaborazione di Ad Hoc Consulting, agente esclusivo. “Grazie a questa partnership – ha sottolineato Giuseppe Ferrarini, Vice President Sales – Advertising Services Sponsorship & Co-marketing -abbiamo già raccolto 700 mila euro in tre settimane e con alcune aziende abbiamo chiuso un accordo annuale. I ricavi per numero dovrebbero attestarsi fra i 250 e i 300 mila euro”. Come ha chiarito il manager la rivista rappresenta la chiave di accesso al sistema Mediaservice, grazie all’accessibilità  della proposta commerciale che consente, a costo di listino, di acquistare una pagina per 10 mila euro. Per il primo numero è prevista una tiratura di 65 mila copie che però potrebbe presto raddoppiare.

“A bordo dei nostri aerei la novità del giornale sarà annunciata dall’equipaggio prima di ogni volo”, ha aggiunto Ferrarini. Intanto Alitalia sta lavorando a una versione digitale per tablet del magazine che dovrebbe arrivare entro fine anno. “Le aziende hanno apprezzato il prodotto tanto che stiamo valutando  un aumento della foliazione di un sedicesimo”,  ha detto il capo del Mediaservice che si è dichiarato soddisfatto dei risultati ottenuti fin qui dalla sua struttura. “Una cinquantina di aziende – ha concluso – hanno sviluppato progetti con noi.  I nostri 24 milioni di passeggeri rappresentano un target pregiato. Pensiamo che ognuno di questi, nei prossimi tre anni, possa arrivare a ‘valere’ in termini commerciali almeno un euro. Rappresentano un grosso potenziale per noi”.

Andrea Crocioni