Libero, nuovo mondo digitale all’insegna dell’interattività e dell’ugc

26 febbraio 2014

Liberoquotidiano.it si presenta da oggi con una nuova release del sito: interfaccia grafica più moderna e navigabile per consentire un approccio più innovativo con le notizie, che saranno visualizzate in due modi. Alla visione classica, che mostra le notizie una dopo l’altra con la barra di scorrimento in un ordine deciso dalla redazione, si affianca la visualizzazione a schermo intero, dove ogni notizia si ritaglia il suo spazio e può essere sfogliata come in un giornale cartaceo. L’obiettivo è quello di aumentare leggibilità e la personalizzazione. Anche l’interazione con il pubblico sarà maggiore: attraverso la nuova app Feed Rss per gli smartphone, grazie alla funzione YouReport ogni utente iscritto al sito può inviare alla redazione testi, foto e video per testimoniare un evento a cui ha assistito.

“Otteniamo sempre grandi risposte dai sondaggi, dalle lettere e dai commenti – ha introdotto ieri nella conferenza stampa di presentazione a Milano il direttore della testata Maurizio Belpietro -. C’è un enorme coinvolgimento del pubblico e da qui è nata l’idea. Il sito Liberoquotidiano.it ha fatto notevoli balzi in avanti nel 2013: utenti unici al mese con 1 milione e 150mila utenti unici mese di media (+4% sul 2012) e 21 milioni pagine viste mese (+23%)”.  Un portale con al centro la notizia ma arricchito da new entry come la musica. “Abbiamo firmato un accordo con il Gruppo Finelco per ascoltare sul sito le radio in streaming: a breve Radio 105, in seguito RadioMonteCarlo e Virgin Radio – ha proseguito Belpietro -. Da parte nostra c’è il tentativo anche di migliorare Libero Tv con nostre sezioni, come quella del vice direttore Franco Bechis ‘L’abitacolo’, le interviste realizzate all’interno di una Smart”. Il restyling non è unicamente relativo al sito del quotidiano ma anche all’app Edicola Digitale che si rinnova nell’interfaccia grafica su tutti i dispositivi mobile (iOS e Android) a cui si aggiunge  l’ultima per i device Windows 8.

“Questo editore non vuole perdere nemmeno un’occasione per innovare”, ha commentato Luca Paglicci, direttore di Web System, la concessionaria del Gruppo Sole 24Ore che raccoglie l’adv per Libero. “L’obiettivo è quello di crescere a più che doppia cifra per riportare Liberoquotidiano.it  ai livelli del 2012, quando la raccolta è stata di 1,2 milioni di euro, mentre nel 2013 c’è stata una contrazione forte, peggiore del mercato  – ha precisato il manager -. Questo è un prodotto digitale all’avanguardia, non si tratta di un puro  e semplice restyling ma di un’implementazione dell’ecosistema che comprende pc, tablet, smartphone”. Saranno lanciati nuovi formati per gli inserzionisti tra cui le manchette sul sito e adv interattive tra due notizie fullscreen. “Ci appelliamo alla creatività delle agenzie, perché sull’online non ha molto senso replicare uno spot tv o il visual di una campagna stampa”, ha sostenuto Paglicci. L’altra novità, attesa prima dell’estate, è il sistema di notification che da una parte avviserà gli utenti iscritti che in un dato punto si sta svolgendo un evento o un fatto di cronaca e dall’altro offrirà la possibilità ai brand interessati di fare adv geolocalizzata. “Rendere contestuale la presenza pubblicitaria con l’adv targettizzata  è un aspetto fondamentale sull’online e consente di passare dal quantity network al quality network: il mercato pubblicitario online deve organizzarsi”, ha detto Paglicci. System 24 raccoglie invece la pubblicità del quotidiano cartaceo. “La carta ha sofferto nel 2013, un anno negativo che ha riflesso l’andamento dell’economia  e del settore (secondo Nielsen il mercato della stampa si è attestato a -19,5%, ndr) – ha concluso Belpietro – ma ci sono dati più confortanti a dicembre e gennaio, sembra che la situazione sia in miglioramento. Le copie digitali, per ora, non riescono ancora a fare la differenza”.

Valeria Zonca