Vanity Unfair: 15 milioni di pagine viste

25 febbraio 2014

VanityFair.it, il sito Condé Nast, che raggiunge oltre 6 milioni di utenti unici per 80 milioni pagine viste al mese, chiude con numeri record la settimana di Sanremo: 15 milioni di pagine viste.
Dal 18 al 22 febbraio il Palafiori, a pochi passi dall’Ariston, si è trasformato nella cornice per  la lounge Rai-Vanity Fair in cui ogni pomeriggio ha avuto luogo il talk show condotto dal direttore Luca Dini. Insieme al direttore, i giornalisti della redazione, l’astrologo Antonio Capitani e lo scrittore Luca Bianchini hanno accolto e intervistato gli artisti in gara e gli ospiti del Festival tra i quali Renga, Arisa, Giusy Ferreri, Violante Placido, le gemelle Kessler, Fiorello, Luciana Littizzetto,  Renzo Arbore. Grande successo anche dai social network, dove VanityFair.it è presente con una fan base di oltre 700.000 utenti: centinaia le foto degli utenti che hanno partecipato con l’hashtag #mifacciailfestival postando i propri scatti “selfie” durante la visione delle serate, e altrettante le interazioni all’hashtag #vanityunfair, il racconto più irriverente dei protagonisti del Festival. “Il live streaming del direttore Luca Dini rappresenta per noi un momento molto importante per lo sviluppo del business digitale – dice Marco Formento, senior vice president digital di Condé Nast -. Non a caso, per la serata finale abbiamo registrato il miglior risultato di sempre. Il video online ci ha permesso di sviluppare un nuovo format perfettamente rispondente alla natura di entertainment del brand”. Lo Speciale Sanremo di VanityFair.it è stato supportato da Disney, Falconeri , Ferrarelle, Kraft, Pellini, Shiseido, lo spazio Lounge Vanity Fair-Rai è stato sostenuto da Bongio, Canon, Falconeri, Pellini, Poltrona Frau, Pommery, Samsung, Serralunga, Shiseido. “Siamo estremamente soddisfatti dei risultati dell’iniziativa, in termini di numero di utenti e visualizzazioni, e forti di questo successo abbiamo studiato un format volto a massimizzare gli investimenti dei nostri partner ai quali abbiamo garantito una penetrazione capillare su tutto il territorio nazionale. Molte le aziende che hanno creduto nell’iniziativa, dando fiducia alla nostra volontà di fare la differenza anche sugli schermi digitali”, così Romano Ruosi, Senior Vice President & Branded Solution di Condé Nast.