Ascoltare con i social, l’esperienza di Widiba e di Microsoft alla SMW

19 febbraio 2014

Si è parlato di business, innovazione, BigData e ascolto come valore del futuro all’incontro “Quando il metodo diventa prodotto” che s’è svolto nella cornice della prima giornata della Social Media Week meneghina. A condurre il dibattito la giornalista Francesca Senette che ha presentato i due speaker, il nuovo ceo di Microsoft Italia Carlo Purassanta e Andrea Cardamone, numero uno di Widiba, il progetto di Mobile Banking nato in seno a Mps. Una banca nata proprio dall’ascolto dei suoi potenziali clienti, sin dal nome che è l’acronimo di WIse Dialog Internet BAnking.

I due ceo si sono confrontati sui cambiamenti innescati dall’onda lunga della rivoluzione social che ha ridisegnato gli scenari delle interazioni tra utenti e brand. Facebook e soci non sono semplici mezzi per veicolare valori già definiti ma uno strumento fondamentale per condividere già in fase di creazione il destino di un progetto con quel pubblico che poi, concretamente, lo utilizzerà. Uno scenario che dimostra il potere dei social media e della tecnologia come fattore di costruzione (e non di sola affermazione) di un sistema di valori generato dagli utenti. Andrea Cardamone ha voluto rimarcare che Widiba non è ancora una banca, è una piattaforma che determinerà che tipo di banca sarà. Fondamentale in questo processo di costruzione collettiva è l’ascolto dei trend. Anche un colosso come Microsoft non ha mai smesso di ascoltare, per continuare a offrire innovazione anche dopo 38 anni dalla sua fondazione, con lo stesso obiettivo di sempre: i semplificare la tecnologia per l’impresa e per il consumatore.

Antonino Pintacuda