Il futuro è ‘Now’: trasparenza e competenza alla Social Media Week di Milano

18 febbraio 2014

Ritorna a Milano dal 17 al 22 febbraio. Terzo appuntamento nel 2015, l’anno dell’Expo

 

Ha preso il via  ieri la Social Media Week che approda per il secondo anno consecutivo a Milano con oltre 50 eventi, tra i quali keynote, panel, workshop, book reading e incontri di networking, e con la presenza di oltre 100 speaker locali e internazionali.

Con l’organizzazione dell’agenzia di digital marketing Hagakure e con il patrocinio del Comune di Milano e di Expo 2015, l’evento affronta il tema globale The Future of Now: Always-On, Always Connected’.

“La Social Media Week si conferma lo spazio dove fare dibattito costruttivo e competente e Milano si conferma città che ospita la rete in modo apolitico e acritico, lasciando che la rete porti il suo contributo di cambiamento”, ha commentato Marco Massarotto, partner di Hagakure.

“I social media e le tecnologie mobili hanno aperto la strada a nuove frontiere di relazioni riempiendo ogni secondo della nostra vita – ha aggiunto Gianfranco Chicco, direttore della Social Media Week -. L’intento è quello di esplorare le ultime idee e le tendenze più originali del ‘vivere’ connessi e le sue implicazioni nella sfera personale, sociale e lavorativa”.

Il claim ‘The Future of Now’, declinato in Italia con ‘sempre connessi’, non è casuale. “L’obiettivo è analizzare i cambiamenti sia in positivo sia in negativo della veloce trasformazione che è in atto, appunto, ‘Now’. E capire come affrontare questa situazione”, ha detto  Chicco, direttore della SMW.

La manifestazione si svolge in più location del capoluogo lombardo: Palazzo Reale, l’Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele e lo Spazio Eventi Mondadori in Duomo. “Milano è una delle otto città mondiali, tra cui Tokio, Amburgo, Lagos e New York, ‘interconnesse’ per una settimana intera – ha proseguito Massarotto -, ma questo è un evento nazionale grazie alle infinite possibilità di fruizione da tutti i device”.

La modalità principale per far parte di questo network è quella di scaricare l’applicazione ufficiale della Social Media Week. Non potevano mancare la pagina Facebook, un account Twitter, un canale Instagram e uno spazio su YouTube garantito da Hagakure che racconteranno la prossima settimana in diretta, grazie anche a un Social Media Team dedicato. Per interagire attivamente, si possono utilizzare gli hashtag #SMWmilan e #vivereconnessi.

Agli utenti sarà chiesto di spiegare come immaginano il futuro. “L’obiettivo è quello di dare spazio e visibilità alla rete qual è, in modo che chiunque in Italia lavori sul web, e chi ci si voglia avvicinare, possa utilizzare questo evento e le infrastrutture che il Comune di Milano e i partner mettono a diposizione per farsi raccontare lo status quo”, ha spiegato Massarotto.

Nokia è anche quest’anno è City Headline Sponsor; main partner Tim e Philips; partner Coca-Cola, Widiba, Microsoft, Yahoo, Europe Assistance; media partner Corriere della Sera, Mondadori, Wired, Radio Deejay, Zero, Spam Magazine, Ebuzzing, TVN Media Group.

Alla conferenza stampa di apertura che si è svolta ieri erano presenti Philips, Tim e Nokia.

L’azienda di illuminazione ha presentato ‘Hue Social Light’ il progetto che, grazie alla potenza della rete, farà vivere la luce come qualcosa con cui interagire.

Tim partecipa alla SMW con il doppio ruolo di abilitatore e di sperimentatore di rete, proponendo 4 panel: ‘Social Media Expo 2015’, ‘Social Tv: l’audience ha un’audience’, ‘Open Innovation: la chiave del cambiamento’ e ‘Smart  e mobile: Milano verso il futuro’.

‘Nokia Now Studio’ è l’iniziativa del colosso della telefonia mobile: si tratta di incontri nei quali Nokia racconterà come realizzare il miglior reportage possibile in 7”, piuttosto che come scattare la miglior foto al proprio piatto, invitando gli utilizzatori  a esprimere la propria creatività.

 

Valeria Zonca