Eden Viaggi, corsa a due per la comunicazione digitale

11 febbraio 2014

Il direttore marketing: “Al web il 40% del budget adv ma il peso potrebbe essere addirittura maggiore”

Quest’anno Eden Viaggi ha scelto di “allocare alla sfera digital il 40% del budget in comunicazione ma per il futuro il peso potrebbe essere addirittura maggiore”. A dare la notizia a Today Pubblicità Italia è Angelo E. Cartelli (nella foto), direttore commerciale e marketing del tour operator. Prematuro, al momento, svelare il nome della web agency che dal prossimo autunno prenderà in carico il nuovo progetto: sarebbe in corso, infatti, una consultazione tra due importanti strutture. “Ci troviamo in una fase di work in progress, di ristrutturazione dell’intera strategia digitale e della presenza online, la nostra intenzione è di allacciare in chiave più moderna la relazione con il b2b e di intessere relazioni costanti e durature con il consumatore finale, sfruttando i mezzi che il digital mette a disposizione”. D’altronde i new media stanno profondamente influenzando il travel: “Si sta passando dalla comunicazione alla conversazione vera e propria, in una dimensione in cui non è solo l’azienda a produrre contenuti e tutti leggono e partecipano. La ‘casa’ è diventata trasparente”.

Per il 2014 previsioni più che ottimistiche e nuove aperture

Nonostante il peso crescente del digital, Eden Viaggi continuerà a scommettere sui suoi classi canali preferenziali, che sono “tv, radio, stampa, ma anche eventi, in collaborazione con Enti del Turismo e catene alberghiere. Siamo stati on air fino ai primi di gennaio, e lo saremo ancora nel periodo estivo” spiega il portavoce del tour operator che ha come agenzia di riferimento Max Information (Gruppo Armando Testa). “Il budget adv dipende dagli obiettivi annuali. Il 2014 sarà per noi un anno di crescita: già per la stagione invernale abbiamo inaugurato 4 nuovi villaggi ai Caraibi, a Cuba, in Messico e Repubblica Dominicana, e per la stagione estiva ne apriremo altri 4, tra Grecia, Canarie e Tunisia. L’andamento è positivo e le previsioni sono più che ottimistiche. Oltre alle new entry sul fronte prodotto, abbiamo in cantiere nuovi progetti e strategie commerciali per consolidare il rapporto con le agenzie partner e nuove tipologie di eventi sul territorio incentrati sulla formazione e l’aggiornamento degli agenti di viaggio”. Le prospettive rosee poggiano su un “piano di riorganizzazione aziendale e riduzione dei volumi, avviato nel 2012 e portato avanti nel 2013, cosa che ci ha permesso di gestire un periodo complesso e di mantenere la nostra quota di mercato. Abbiamo chiuso il 2013 con un fatturato di 293 milioni di euro, con Ebitda ampiamente positivo, superiore a quello dello scorso anno”.

Paola Maruzzi