Mediaset Premium, nel 2013 crescono ricavi e raccolta adv. Lieve flessione degli abbonati

6 febbraio 2014

Le previsioni per il 2014 puntano al pareggio. La pay tv ha presentato ieri l’offerta della nuova stagione: in arrivo Dracula e Mom. 800 ore di nuove serie per i 4 canali. Successo per Premium Play

 

Se il buon giorno si vede dal mattino, il 2014 dovrebbe essere un buon anno per la raccolta pubblicitaria di Mediaset Premium. “Dopo un dicembre chiuso in positivo, anche gennaio è iniziato bene – ha spiegato a Today Pubblicità Italia Marco Leonardi (nella foto), direttore Innovazione e Contenuti dell’azienda -. La raccolta, che sul totale ricavi vale il 12-13%, ha chiuso il 2013 in positivo, con segno più a una cifra, rispetto al 2012 e in controtendenza sul mercato. La previsione per il 2014 è quella di un pareggio. Gli abbonati sono attorno ai 2 milioni, a cui bisogna aggiungere coloro che acquistano le schede prepagate. Nel 2013 c’è stata una lieve flessione della customer base, che ha riguardato tutte le pay tv, ma sono cresciuti i ricavi. Abbiamo constatato, inoltre, che prendono piede le offerte di servizi non lineari di film e telefilm inclusi con Premium Play, accessibile gratuitamente a tutti gli abbonati, che dà la possibilità di vedere un prodotto desiderato quando e dove si vuole. Anche l’offerta di sport si è rafforzata grazie agli accordi con Fox Sports ed Eurosport: abbiamo ottimi risultati di ascolto con il calcio, l’unico elemento in grado di spostare l’ago della bilancia degli abbonati”.

Dal lancio del 2008 di Mediaset Premium è stato fatto un grande lavoro di riposizionamento, completato lo scorso anno con il nuovo assetto di 4 canali targettizzati: Joi, la rete comedy, è tarata sulla fascia prevalentemente maschile di giovani-adulti dai 20 ai 35 anni, Mya è il canale del drama rivolto soprattutto al pubblico femminile, Premium Action che ha sostituito Steel è la rete dell’azione e dell’adrenalina, mentre Premium Crime, il canale del genere poliziesco, ha un posizionamento equilibrato tra target maschile e femminile, dai 30 ai 54 anni.

“Non è in previsione il lancio di nuovi canali, bensì il rafforzamento dell’offerta grazie alla messa in onda di serie in condivisione con Fox, che è uno scambio che arricchisce la nostra proposta, e con l’accordo con la Bbc da cui abbiamo acquistato 5 serie che manderemo in onda nell’anno in corso”.

Ieri Mediaset Premium ha presentato a Milano la prossima stagione che punta su novità e ritorni di successo, con un totale di 800 ore di nuove serie, 200 per ognuno dei 4 canali. Tra i debutti in palinsesto: The Originals dal 9 febbraio e l’anteprima assoluta di Dracula dal 15 marzo su Mya, di Almost Human dall’1 marzo, Orphan Black dal 20 maggio e Hostages dall’8 giugno su Premium Action, della sit com Mon su Joi dal 28 marzo. Non mancheranno i sequel tra cui Mike e Molly, Person of Interest, Sherlock, Arrow, Revolution e Suits.

Da ieri, intanto, è disponibile su Premium Play Cattivissimo Me 2, a soli 4 mesi dalla sua uscita nelle sale cinematografiche. Super anteprime del mese di febbraio, da oggi, su Play ci sono anche Sole a catinelle, il film di Checco Zalone, Gravity e Captain Phillips, attesi protagonisti della notte degli Oscar, Una piccola impresa meridionale: un ricco menù di cinema al quale si aggiungono gli oltre 800 film on demand inclusi nell’abbonamento.

 

Valeria Zonca