Angelo Sajeva: “Dalla discontinuità nascono nuove opportunità”

6 febbraio 2014

Prima uscita ufficiale per il neo presidente di Class Pubblicità. La casa editrice di via Burigozzo all’avanguardia. L’ad Panerai: “Il digitale vale 37 milioni di fatturato”

La presentazione del nuovo sistema Eccellenza Italia coincide anche con la prima uscita ufficiale di Angelo Sajeva (a destra, nella foto), “l’ingegnere della pubblicità” (come lo ha definito l’ad di Class Editori, Paolo Panerai, a sinistra) nominato da meno di un mese presidente della concessionaria Class Pubblicità e consigliere per le strategie e lo sviluppo della casa editrice. “Mentre gli altri magazine stanno facendo la bolina noi siamo già col vento in poppa, offrendo un prodotto esclusivo che mette insieme la grande qualità dei contenuti e la quantità di contatti che raggiunge mediante la diffusione cartacea e digitale”, commenta Sajeva sottolineando come “gli investimenti in pubblicità non crescono, ma cambiano le quote di mercato”. Fashion, food, arredamento e turismo sono le principali categorie di investitori in target con il sistema Eccellenza Italia che, nel 2014, punta ad attrarre nuovi inserzionisti oltre ai 200 già conquistati lo scorso anno. “Bisogna ritrovare il piacere di fare prodotti editoriali. La situazione italiana è ancora incerta, ma a noi interessa guadagnare quote di mercato con le idee e con i nuovi progetti. Non anticipo le altre novità a cui stiamo lavorando, ma ci saranno e riguarderanno sia la carta stampata sia la televisione”.

Ma come è partito l’anno per il mercato dell’advertising? “Gennaio è da sempre un mese poco significativo per la raccolta, febbraio sembra cominciato bene: aspettiamo la fine del semestre per valutare”, chiosa il manager che ha lasciato alla fine dello scorso anno la guida di Mondadori Pubblicità. dov’era approdato dopo un lungo periodo passato ai vertici di PK. Come commenta, dunque, le operazioni di fusione e concentrazione in atto nel mercato delle concessionarie pubblicitarie della carta stampata? “Dalla discontinuità possono nascere grandi opportunità”, dice Sajeva citando come l’arretramento di PK in Sicilia e Calabria abbia permesso la nascita di GDS Media&Communication, la nuova concessionaria di pubblicità per la Gazzetta del Sud e il Giornale di Sicilia di cui Sajeva è uno dei fondatori. “La pubblicità locale è sempre stata considerata, a torto, il confine dell’impero”, osserva. Quanto ai numeri di Class Editori, il consuntivo di fine anno sarà presentato a marzo. L’amministratore delegato Paolo Panerai sembra però soddisfatto: “Nel 2013 la percentuale di calo della raccolta pubblicitaria non raggiunge le due cifre”, conclude Panerai sottolineando l’andamento del settore digitale “che oggi vale nel complesso 37 milioni di fatturato”. 

Claudia Cassino