Lowe Pirella comunica i prodotti Unilever per Visto che Buono

31 gennaio 2014

L’operazione ‘Cosa cucino oggi?’ integra i mezzi tradizionali con il digital e il social con lo chef Paolo Marinucci

 

E’ partita l’operazione ‘Cosa cucino oggi?’ ideata da Lowe Pirella per Visto che Buono, la piattaforma di social cooking dedicata a tutti gli appassionati di cucina, per scoprire e condividere consigli, ricette e curiosità. L’idea è quella di mostrare quanto sia facile dare risposta a questa annosa domanda usando semplicemente un pizzico di tecnologia, qualche ingrediente speciale e i consigli di uno chef sempre a disposizione in grado di fornire ricette rapide e gustose per ogni esigenza.

L’operazione, che integra i mezzi tradizionali con il digital e il social, parte con un mini format tv di 6 episodi e una campagna radio di 7 soggetti diffusi proprio durante le ore in cui si inizia a pensare alla cena. Protagonista delle pillole televisive di 70” è lo chef Paolo Marinucci, che viene contattato via Skype da sei persone in cerca della risposta alla domanda ‘Cosa cucino oggi?’.

Dalla sua cucina, lo chef dispensa consigli tanto semplici quanto preziosi, combinando ingredienti freschi con prodotti Unilever sempre pronti in dispensa come Cuore di Brodo Knorr, l’amido di mais Maizena e il Purè Pfanni e riuscendo ad annullare, con la sua simpatia e il suo calore, le distanze dovute al mezzo di comunicazione. Dalla tv la campagna rimbalzerà sulla pagina Facebook di Visto che Buono, dove gli utenti potranno chiedere realmente consigli allo chef Paolo durante 10 sessioni di livechat in cui il cuoco userà la sua esperienza per togliere le castagne dal fuoco a chiunque si trovi a corto di ispirazione in cucina.

La community potrà inoltre ricevere e dispensare consigli anche su Twitter utilizzando l’hashtag della campagna: #cosacucinooggi. Per completare l’operazione e portare al massimo l’integrazione dei mezzi, anche il punto vendita diventerà un’occasione in cui trovare ispirazione per la cena durante il momento d’acquisto attraverso le ricette create dallo chef Paolo Marinucci.

Hanno lavorato alla comunicazione il direttore creativo esecutivo Laura Sordi, i direttori creativi Daniele Dionisi e Alessandro Izzillo, gli art director Andrea Martinucci e Ferdinando Galletti, i copywriter Barbara Bigi e Michele Bellini (radio).

Hagakure e Kettydo sono le web agency.