Mondelēz Italia affida il digital marketing a Bitmama, Imille e Xister

30 gennaio 2014

Conclusa la gara avviata la scorsa estate e riguardante il biennio 2014/2015. Confermati gli investimenti adv del 2013, pari al 5-7% del fatturato. Cresce il ruolo del web

 

Il 2014 di Mondelēz parte con una buona notizia per il mondo pubblicitario. L’annuncia Teresa Madeddu, Area Media Managrer Italia, Grecia e Iberia della multinazionale: “Nonostante il difficile contesto economico nel quale ancora ci troviamo confermiamo gli investimenti del 2013”, pari al 5-6% del fatturato. In particolare cresce “la quota riservata al digital, una grande opportunità per i nostri brand perché il nostro target di consumatori è molto presente e attivo sul web, un mezzo che sta diventando sempre più importante per contattare i consumatori in modo impattante e rilevante”.

Madeddu alza quindi il sipario sul rinnovato roster di strutture che nel biennio 2014/2015 opereranno nel digital marketing: “Le agenzie selezionate sono Bitmama, Imille e Xister”. La nomina giunge a seguito di una gara avviata la scorsa estate. In una prima fase l’azienda alimentare avrebbe chiesto le credenziali a circa 25 realtà per poi scremarne 8 che avrebbero preso parte al pitch vero e proprio.

 

Vitasnella, in arrivo la nuova campagna

A poco più di una anno dal nuovo riposizionamento sul mercato alimentare, il colosso prima chiamato Kraft Foods ribadisce “il fil rouge alla base della strategia di marketing. Il nome stesso Mondelēz riflette esattamente la mission aziendale, ossia offrire deliziosi momenti di gioia attraverso i suoi snack”, spiega  Madeddu.
Se da una parte tutti i marchi (nel nostro Paese i principali sono Philadelphia, Sottilette, Oro Saiwa, Milka, Halls, Hag, Tuc, Fonzies, Splendid,Ritz, Cipster e Fattorie Osella) vengono supportati da piani media ad hoc, in tema di comunicazione“quelli delle categorie biscotti, cheese e cioccolato sono più attivi durante il corso dell’anno. A breve lanceremo la nuova campagna adv per Vitasnella. Attualmente siamo on air con una nuova adv di Philadelphia panetto, oltre agli spot di Sottilette, Fattorie Osella e di Tuc”.
Ribadito il ruolo centrare della pubblicità, la manager lancia un messaggio ai creativi: “Alle agenzie chiediamo di essere nostri consulenti, dei veri partner in grado di proporci idee innovative, al passo coi tempi o anche ‘oltre’ che ci consentano di intercettare e anticipare i bisogni dei nostri consumatori, e così da differenziarci dai competitor”. Secondo Nielsen nel 2013 il Gruppo è stato l’unico tra le 10 principali realtà del settore ad aver chiuso positivamente.

Paola Maruzzi