Condé Nast e Rai lanciano Type, il ‘carosello di lusso’. In arrivo Vanity Fair Confidential e Live

28 gennaio 2014

Un break pubblicitario monografico, un quotidiano al 100% mobile e una digital video platform, le novità presentate agli inserzionisti ieri sera al Teatro Nazionale di Milano

Condé Nast affila gli artigli e mostra tutta la sua forza dettando le nuove strategie per il mercato. Perché “essere leader comporta responsabilità. I leader devono cambiare e assumersi il rischio delle proprie decisioni per poter tracciare nuove strade” ha esordito Giampaolo Grandi, presidente della casa editrice, ieri sera al Teatro Nazionale di Milano, durante la presentazione agli inserzionisti del nuovo palinsesto 2014, ospite Gianna Nannini che ha regalato una performance a fine serata. “Sarà una stagione straordinaria. Mentre i vecchi assetti mostrano segni di cedimento – ha sottolineato Grandi -, i nuovi si rinforzano ogni giorno. È un momento entusiasmante come non mai per coloro che ne sono consapevoli e accettano la sfida”. E Condè Nast parte all’attacco ridisegnando le nuove frontiere della comunicazione e mettendo in luce una predisposizione ad agire per primi.

Ad entrare nell’anima dell’offerta advertising è Fedele Usai, Deputy General Manager Condé Nast, che davanti ad una platea gremita ha presentato le novità del Gruppo Condè Nast 2014: Vanity Fair Confidential, Life, Type e MultiMag (vedi notizia http://www.pubblicitaitalia.it/2014012821379/digital/concessionarie/conde-nast-e-manzoni-insieme-per-il-lancio-di-multimag).

“Conde Nast nel 2013 è leader nel mercato con una quota del 22,4% – ha dichiarato Usai -. Grazie al rilancio di Vanityfair.it, Vogue.it e Wired.it siamo cresciuti in modo esponenziale: gli utenti unici sono arrivati a 10 milioni (+84%) e generano, sempre su base mensile, oltre 111 milioni di pagine viste (+91%). Abbiamo consolidato la nostra presenza sul web e oggi i follower dei nostri brand sono 2,8 milioni (+150%). Inoltre possiamo contare su 1 milione di utenti profilati (il 69% proviene da Vanity Fair, il 11% da GQ e Vogue), ed è proprio su questo target che si giocherà la partita dei broadcaster”. Con queste premesse Condé Nast lancia a febbraio Vanity Fair Confidential, primo quotidiano 100% mobile distribuito tutti i giorni a 200.000 utenti profilati. “Un prodotto ideato a vantaggio di una fruizione in mobilità – ha continuato Usai -, per una Paese che è al secondo posto per utilizzo di smartphone e dove circa il 40% del traffico web proviene da mobile. Nei prossimi mesi lanceremo prodotti simili anche per Wired, Vogue, Glamour e GQ”.

Piscopo: “Pianificazione flessibile e prezzi accessibili per le aziende”

E nel futuro di Condè Nast non c’è solo una partnership per il digitale con il Gruppo Espresso con il lancio di MultiMag, ma è in arrivo Type, un premium break pubblicitario monografico prodotto per le reti tv Rai. “Sarà un ‘carosello di lusso’ – ha specificato a Today Pubblicità Italia Usai -. Da fine febbraio sarà on air un 30” sia su i canali Rai sia sul circuito cinematografico”. Un accordo triennale paritario con la Rai che “permetterà alle aziende di usufruire di una pianificazione flessibile e dai prezzi accessibili, format originali e di impatto dai costi da 300 grp”, come ha rimarcato Fabrizio Piscopo, ad di Rai Pubblicità.

A marzo sarà la volta di Live, una digital video platform di entertainment & lifestyle, lanciata in partnership con Rai Cinema, Reuters International e Zodiak Active. La piattaforma vivrà su sette canali: News, Fashion, Tv, Music, Celebrities, 3 Minutes e Lifestyle, per un totale di 10.000 video e 200 formati originali (in arrivo Vanity Doc, un racconto di due storie di un personaggio famoso) con l’obiettivo ambizioso di  raggiungere 5 milioni di utenti al mese, “diventando la prima piattaforma italiana per la fruizione di video online, dopo Google, YouTube e Facebook” ha sottolineato Usai. Il 2014 che la creatura Condè Nast sta preparando sarà ricco di progetti ed eventi a partire dai 50 anni di Vogue, che per la prima volta aprirà i propri archivi al pubblico con una mostra e successivamente mettendo tutto il materiale online. Anche quest’anno Wired tornerà con Wired Next Fest (dal 16 al 18 maggio), a cui si aggiungeranno Wired Beautiful Information (dal 6 al 30 marzo), e Wired Smart People and Smart Cities in programma il 12 e 13 aprile. MySelf lancerà a maggio MySelf My Business, iniziativa dedicata alla migliore start up al femminile. Per il Fuori Salone AD darà vita al progetto AD Café, infine a dicembre GQ debutterà con GQ Man of the Year.

Fiorella Cipolletta