Condè Nast e Manzoni insieme per il lancio di MultiMag

28 gennaio 2014

Un nuovo format di native advertising che coinvolgerà 5 milioni di utenti unici a settimana

Fare sistema per diventare ancora più competitivi sul mercato e come primo obiettivo la soddisfazione degli utenti e degli inserzionisti. Su queste solide basi nasce l’accordo paritario pluriennale tra Condè Nast e Manzoni per il lancio di MultiMag, un multimagazine nativo digitale che coniuga l’oggettività e la sistematicità dei contenuti testuali con un approccio visivo impattante. “Un nuovo prodotto rivoluzionario per il mercato – ha esordito Fedele Usai (nella foto con Massimo Ghedini), Deputy Managing Director di Condè Nast – dedicato a tutti quei brand che hanno una storia da raccontare che unisce il touch di prodotto Condé Nast al grande network digitale Manzoni”. Un racconto tagliato su misura sull’inserzionista quello di MultiMag, che debutterà a fine febbraio coinvolgendo 5 milioni di utenti unici a settimana. E se nel mondo digital le dimensioni critiche contano sempre di più, Massimo Ghedini ad di Manzoni sottolinea: “Questo matrimonio nasce anche dalla considerazione che è diventato imprescindibile offrire prodotti di livello qualitativo molto elevato senza però tener conto della massa critica. Abbiamo aderito al progetto MultiMag perché riteniamo fondamentale offrire al mercato un prodotto digitale di native advertising, il primo concepito in Italia, eccellente nella confezione e nel target di riferimento, che è rilevante sia quantitativamente sia qualitativamente”.

Il native advertising sbarca in Italia

L’inserzionista pagherà intorno ai 40 mila euro la settimana più 15 mila con l’opzione tablet e smartphone. Ogni 7 giorni saranno proposte 4 storie, una per cliente, visibili da 3 milioni di utenti unici target maschile e da 2 milioni per quello femminile

MultiMag si pone l’obiettivo di consegnare al mercato italiano un prodotto di qualità e di grandi numeri: Condè Nast con il suo touch produttivo e di confenzione insieme alla forza del newtwork dei siti di Manzoni. Il primo esempio di native advertising in Italia, fondamentale per comunicare i valori del brand e la brand equity delle aziende. “La comunicazione è sempre più legata a un meccanismo di storytelling – ha rimarcato così Usai. Quello che fa MultiMag è semplice e proprio per questo irripetibile: unisce la qualità della narrazione a un meccanismo di ingaggio fondato sulla più immediata e intuitiva multimedialità. La partnership con Manzoni dimostra che abbiamo come primo obiettivo la soddisfazione dei nostri utenti e dei nostri inserzionisti, e abbiamo abbattuto uno steccato storico, abbiamo ‘fatto sistema’, unendo il touch di prodotto Condé Nast al grande network digitale Manzoni”.

MultiMag propone una storia esclusiva e la sviluppa in tre dimensioni: multimediale, fatta di parole, immagini, suoni, in un pacchetto esclusivo di contenuti appositamente selezionati e riproposti attraverso formati innovativi; multiscreen, con l’esperienza di lettura che diventa immersiva, sfruttando tutte le ampiezze dei diversi schermi; multidevice, perché le storie che racconta sono perfettamente adattabili a tutti i supporti disponibili, in una esperienza digitale unica. L’audience è coinvolta come mai prima d’ora, attraverso una cura editoriale dedicata, in un flusso di narrazione continuo, naturale e personale, totalmente dirompente nel design. ll debutto del formato è previsto per la terza settimana di febbraio fine marzo.

Ogni settimana saranno online 8 MultiMag: 4 moduli a target femminile e 4 a target maschile, con segmentazione di tipo editoriale, che potrà anche essere pianificato su un singolo giorno in occasione di eventi particolari. “Ogni settimana saranno proposte 4 storie, una per cliente, che potranno essere raggiunte da 3 milioni di utenti unici per il pubblico maschile e da 2 milioni per quello femminile – ha spiegato Ghedini -. Ogni cliente avrà il 25% di traffico di ogni modulo. Le due offerte raggiugeranno settimanalmente 5 milioni italiani contemporaneamente sui siti di entrambe le aziende: Repubblica, l’Espresso, Huffington Post, D – la Repubblica oltre al fashion blog The Blonde Salad per quanto riguarda il network Manzoni, oltre a tutti i siti dell’universo Condé Nast, da Wired.it a Vanityfair.it, Style.it, Gq.com e Glamour.it, ADToday che, insieme, raggiungono ogni mese oltre 10,5 milioni di contatti unici e generano, sempre su base mensile, oltre 111 milioni di pagine viste (Fonte: dato censuario Webtrekk – Dicembre 2013). “Una partnership storica  – continua Usai – che mette a disposizoni i numeri del network Manzoni che si aggiungono a quelli di Condè Nast. “Un progetto che ha anche l’obiettivo – conclude Ghedini –  di portare sul web i clienti del lusso, che ne sono finora rimasti un po’ lontani”. L’accordo paritario prevede ambiti di azione diversificati: Condè Nast per il mondo del lusso e Manzoni per gli altri settori, ma fecendo leva su entrambe le forze vendita. “Il prodotto verrà commercilalizzato da entrambe le case edititrici – continua Usai”. Il micromagazine sarà costruito ad hoc per l’inserzionista e sarà venduto intorno ai 40 mila euro la settimana più 15 mila con l’opzione tablet e smartphone. A supporto del lancio una massiccia campagna sui social network e successivamente una campagna interna su digitale e stampa. Condé Nast e Manzoni hanno organizzato la conferenza stampa con il supporto tecnico di Special Glue, agenzia milanese di eventi e di attività di social media marketing.