Peg Perego affida la comunicazione a Cernuto Pizzigoni & Partners

28 gennaio 2014

La Cernuto Pizzigoni & Partners arricchisce il proprio portafoglio clienti con un incarico tutto Made in Italy. L’agenzia, infatti, è stata selezionata da Peg Perego per lo sviluppo dei propri progetti di comunicazione pubblicitaria. Per l’agenzia di via della Moscova si tratta di un’assegnazione diretta. Al team guidato da Aldo Cernuto, Roberto Pizzigoni e Barbara Arioli, il compito di realizzare campagne sia per l’Italia sia per i mercati internazionali, europei ed extraeuropei, in cui Peg Perego è attivamente presente.

La produzione dell’azienda di Arcore si estende dai sistemi di trasporto per la prima infanzia (da passeggio e in auto) ai seggioloni, dalle sdraiette fino ai giocattoli: un portafoglio di prodotti ricco e articolato che impone una strategia di comunicazione fortemente focalizzata e incisiva. Da qui la prima importante scelta: un format di campagna innovativo per la categoria e trasversale ai prodotti, che verrà proposto a partire dal lancio della linea Book Pop-up – punta di diamante dell’attuale catalogo – che inizia le attività di comunicazione in questa prima fase del 2014. Già dall’inizio di febbraio sarà dunque on air il primo soggetto della campagna con Book Pop-up, il sistema combinabile di carrello, passeggino, navetta e seggiolino auto. Seguiranno a ruota altri due soggetti nello stesso format: per il seggiolino auto Primo Viaggio (che ha ricevuto il più alto punteggio nei test di sicurezza internazionali 2013 nella categoria 0+) e per Siesta, funzionale sdraietta, seggiolone e sedia in un’unica soluzione, utilizzabile dalla nascita in poi.

La campagna si sviluppa sia sulle testate rivolte alle mamme che attraverso strutture dedicate nei punti vendita e si focalizza concettualmente sulla perfetta sintonia tra il genitore e i prodotti Peg Perego; un format d’impatto e fortemente distintivo prevede, dal punto di vista visuale, un’interazione di complicità tra un primissimo piano del volto di una mamma o di un papà e il prodotto in uso, mentre il copy stringe puntualmente sul benefit direttamente collegato con il prodotto. Il progetto è stato realizzato dall’art Roberto Pace e dal copy Artur Caracciolo, sotto la direzione creativa di Aldo Cernuto e Roberto Pizzigoni. Il digital strategy manager è Luca Oliverio. La pianificazione è curata internamente all’azienda.