L’Unione Sarda cambia volto e diventa sempre più multimediale

27 gennaio 2014

Da sabato 25 gennaio

 

“Un giornale moderno, che sia anche uno specchio dell’identità di chi lo legge, che giudichi e scriva sui fatti. Senza pregiudizi”. Così, L’Unione Sarda, dal 25 gennaio ha cambiato volto, nella grafica e nei contenuti. Il primo quotidiano sardo vuole consolidare il primato nell’isola, avviando nuovi investimenti per trasformarsi in un gruppo sempre più multimediale (sotto il cappello dell’Unioneditoriale ci sono anche il sito internet Unionesarda.it, Radiolina e Videolina). Per consolidare le diffusioni  del quotidiano edito da Sergio Zuncheddu (57mila copie, Ads novembre 2013; 396mila lettori, Audipress, secondo report del 2013) e crescere nel mercato editoriale, la rivoluzione delle 64 pagine de L’Unione Sarda è partita dal formato, ora ‘Berliner’, grazie a una nuova rotativa acquistata di recente dal gruppo e messa in funzione nel centro stampa di Elmas. Rinnovata interamente anche la grafica, mentre per quanto riguarda i contenuti, il direttore Anthony Muroni, ha annunciato nel suo piano editoriale di voler fare un giornale “libero e liberale, garante anzitutto degli ultimi e dei deboli, inflessibile nei confronti di vecchie e nuove lobby di potere, aperto al confronto con tutti i settori economici, sociali e politici, che guardi con simpatia alla crescente voglia di autonomismo e non tema di prendere posizioni forti, sfuggendo alla logica dei tradizionali schieramenti economici e politici”. A questo scopo, il quotidiano sarà diviso in tre parti: nella prima, venti pagine, ci sarà spazio per approfondimenti, inchieste, politica regionale e nazionale, economia, interni ed esteri. Sei pagine di questo primo settore, inoltre, saranno dedicate ai fatti più importanti delle cronache locali.

Nella seconda parte sarà la volta di cultura, spettacoli, arte, approfondimenti legati al tempo libero, nuove tecnologie e salute, oltre allo sport: continuerà a essere un punto di forza del giornale L’Unione Sport, allegato del lunedì, che presto potrebbe essere replicato anche durante la settimana.

Nell’ultimo sfoglio, infine, ci saranno trenta pagine quotidiane dedicate alle cronache dei territori. A supporto del rinnovamento una campagna pubblicitaria dell’agenzia Giugnini & Associati, pianificata su tutti i media del gruppo e i cui testimonial sono Gigi Riva, Valentina Argiolas, imprenditrice, Antonio Marras, stilista, Ambra Pintore, artista, Meo Sacchetti, coach Dinamo Sassari , Massimilano Medda, attore, e Federica Ciocci, Finalista Miss Italia 2013. Sul fronte pubblicitario, il quotidiano è in concessione per la raccolta nazionale a RCS MediaGroup, mentre della locale si occupa la PBM, che fa capo al gruppo editoriale de L’Unione Sarda.