Phd, con ‘Game Change’ il gioco come modello di business

24 gennaio 2014

Si stima che un miliardo di persone trascorrano almeno un’ora ogni giorno a giocare a computer e videogiochi. ‘Game Change’, l’ultimo libro di Phd, agenzia media e di comunicazione globale di Omnicom Media Group, descrive come la ‘gamification’ possa essere sfruttata e applicata  come un modello di business per il futuro. ‘Game Change’ esplora le prove e le opinioni di diversi testimonial che sostengono che il gioco può effettivamente rappresentare un valore aggiunto, soprattutto se applicata a problemi reali. La ‘gamification’ usa il pensiero e le meccaniche di gioco per coinvolgere gli utenti nella risoluzione dei problemi.

Da una prospettiva commerciale e di marketing, crea nuovi modi per coinvolgere sia i lavoratori che i consumatori. Il co-autore e direttore strategico mondiale di Phd, Mark Holden, sostiene che se imprese ed esperti di marketing applicassero anche solo una frazione dell’impegno che mettono come privati nel gioco, ne guadagnerebbero in maniera davvero significativa. Il gioco ha la capacità di creare intenzioni e motivazioni rilevanti per un determinato target, sia interno o esterno all’azienda, che si traduce in un pubblico impegnato e coinvolto e quindi, in definitiva, in un aumento delle entrate. ‘Game Change’ guarda alla ‘gamification’ in modo molto pratico attraverso esempi di successo come Nike+, Guinness e Heineken e in diversi mercati, come quello finanziario con Mint.com.

Phd stessa ha implementato un sistema operativo globale basato sul gioco, Source – il più grande sistema di gioco aziendale con più di 2.500 dipendenti in più di 76 Paesi che collaborano e giocano ogni giorno al lavoro, scalando una classifica interna. Questo sistema è stato adottato in maniera più veloce del previsto, proprio grazie all’elemento ludico. Oltre a Holden, ‘Game Change’ è scritto da Craig Atkinson, Malcolm Devoy, Frances Ralston-Good, Chris Stephenson e dallo scrittore Alasdair Reid.

Il testo è disponibile via ebook su iTunes e GooglePlay (gratis in edizione limitata) e in copia cartacea dal 20 gennaio 2014 su  Amazon.com.