Brand Identity GrandPrix, la giuria della XIX edizione

23 gennaio 2014

Record d’iscrizioni, provenienti da agenzie italiane e internazionali, venticinque premi di categoria – che spaziano dal Naming al Product Identity, dal Green Packaging al Digital Design – e un solo GrandPrix, il miglior progetto di brand design e comunicazione visiva. Sono questi gli ingredienti che caratterizzano la diciannovesima edizione del Brand Identity GrandPrix, l’evento organizzato da TVN Media Group (editore anche di Today Pubblicità Italia) che per la cerimonia di premiazione, che si terrà nella serata di giovedì 6 febbraio, ha scelto il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano come location d’eccezione. A selezionare e valutare i progetti in concorso, individuando i vincitori che saliranno sul palco e si contenderanno la preziosa statuetta ideata da Hidetoshi Nagasawa, una giuria composta da esperti accademici, professionisti del marketing aziendale e specialisti nazionali e internazionali di brand identity e packaging design. A guidare l’autorevole ‘commissione’, riunitasi lo scorso 12 novembre a Milano per l’avvio dei lavori, il presidente di giuria Antonello Fusetti, direttore della Scuola Politecnica di Design SPD. Tra i giurati della XIX edizione anche Pietro Bellasi, antropologo, sociologo dell’arte e direttore scientifico di Fondazione Antonio Mazzotta; Riccardo Capuzzo, ceo e art director di Design 42Day; Luca Cattadori, head of Operational Marketing di Barclays; Andrea Chinese, project manager Mediaset; Mara Colombo, titolare Arti Grafiche Colombo; Maria Moroni, responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa Assocarta – Print Power; Frank Swolfs, president of EPDA. Otto voci ‘dentro’ al settore della comunicazione visiva, a cui è stato affidato anche quest’anno il compito di creare una vetrina rappresentativa dei migliori progetti di brand design ed eleggere il Brand Identity GrandPrix.