Discovery prende il controllo di Eurosport

23 gennaio 2014

Dal 1° febbraio addio a Sky

Discovery, già proprietaria di Dmax (che da quest’anno tin Italia rasmette il Sei Nazioni, ndr), sale dal 20% al 51% di Eurosport prendendo così il controllo dell’emittente. Infatti il gruppo americano ha avviato dei colloqui con il canale francese Tf1, che possedeva a oggi l’80% del network sportivo  per un eventuale esercizio anticipato dell’opzione di acquisto della quota di controllo del canale televisivo Eurosport. L’annuncio, fatto congiuntamente dai due gruppi, prevede l’opzione di acquisto di Discovery per il 31% del capitale a dicembre del 2014. Discovery ha acquistato il 20% di Eurosport per 170 milioni di euro l’anno scorso. Un colpo strategico per il gruppo Usa che conferma la volontà di imporsi al livello internazionale e in particola modo sul mercato europeo.

“Questa operazione – ha sottolineato David Zaslav, presidente e ceo di Discovery Communications – rivela i nostri piani di procedere ad acquisizioni e partnership mirate per spingere la crescita. L’obiettivo è sviluppare e condividere programmi su più canali tv, costruendo un portafoglio più robusto e diversificato. Puntare sui diritti sportivi e sfruttarne negli Usa alcuni detenuti da Eurosport. Questo accordo consentirà al nostro team internazionale di creare nuovo valore per i nostri partner commerciali per sviluppare e condividere la programmazione di tutti i marchi del canale, e la costruzione di un portafoglio di rete più forte e più diversificata”.
In Italia lo scorso anno Discovery, presente con Real Time e Dmax, ha acquisito per 105,6 milioni di euro i canali di Switchover Media K2, Frisbee, Giallo, Focus, Gxt. Eurosport, presente in 54 Paesi (dal 1° non sarà più visibile sulla piattaforma Sky, ma solo su Mediset Premium) rimane esclusa, almeno fino a gennaio 2015, dal passaggio a Discovery Eurosport Francia, emittente sul digitale terrestre che la normativa transalpina vieta possa essere detenuta da un operatore extra-europeo.