Ritorna Winner Taco, a fine marzo in tutti i bar d’italia

17 gennaio 2014

I fedelissimi (tantissimi, decine di migliaia) si sono organizzati in rete e hanno condotto un’insolita battaglia, a colpi di messaggi, post, petizioni, sondaggi e accorate lamentele, a favore del ritorno del tanto amato gelato.
Nonostante questo intenso movimento virtuale (e virale), di Winner Taco, nei frigoriferi dei bar, non ci fosse nemmeno l’ombra. Ma nulla era più lontano dalla realtá dei fatti.
“Noi di Algida – commenta Tommaso Vitali Group Manager ice cream Unilever Italia – abbiamo imparato ad ascoltare e analizzare con attenzione i messaggi che le persone e in particolar modo i fan dei nostri prodotti trasmettono attraverso internet. Solo in questo modo possiamo comprendere le reali tendenze del mercato e rispondere in modo corretto con i nostri prodotti. 13 anni fa l’azienda ha deciso di non continuare a produrre questo gelato in quanto, a fronte di complessitá produttive, sono state introdotte sul mercato diverse novità in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori. Ma ascoltando e analizzando le richieste della rete abbiamo compreso che si trattava di un reale movimento di fan che dimostravano un reale e concreto amore per Winner Taco. E questo ci ha fatto riflettere attentamente sulle strategie da adottare”
E cosi mentre il popolo della rete proseguiva l’azione con tenacia, senza mai un cedimento, un vero e proprio programma, durato alcuni anni – con tanto di community Ridateci il Winner Taco a dar sostegno – determinati a riassaporare quella inconfondibile cialda, delizioso caramello, golosa granella e croccante cioccolato l’azienda si interrogava seriamente sulla reale possibilità del suo rilancio.
Algida riprenderà la commercializzazione a fine marzo di quest’anno.

“Siamo molto confidenti – aggiunge Vitali- che sarà ancora un grande successo perché si rivolge a un target trasversale. Da un lato é un prodotto snack adatto ai giovani/ giovani adulti come anche dimostra il profilo dei fan di Winner Taco che noi abbiamo cominciato a chiamare simpaticamente ‘tachiani’. Dall’altro é amato da un target più adulto che lo ricorda come uno dei prodotti ‘cult’ delle loro estati di fine anni 90”.