Dalla fusione di Grey Milan e 1861united nasce Grey United in Italia

15 gennaio 2014

Il ceo Mario Attalla lascia dopo 8 anni, alla guida Pino Rozzi e Roberto Battaglia. Massimo Costa: “Sarà una agenzia formidabile e avrà il pieno supporto di Wpp”

 

Il Gruppo Grey ha annunciato ieri la fusione di Grey Milan e di 1861 United che dà vita alla nuova agenzia italiana Grey United con base a Milano, in via Fiamma 18 (attuale sede di 1861 United).

La nuova agenzia full service sarà guidata in Italia dai due fondatori di 1861 United, Pino Rozzi (ad) e Roberto Battaglia (presidente). Questa decisione è stata presa a seguito della scelta del ceo, Mario Attalla, di lasciare Grey Milan dopo 8 anni. Con 100 professionisti e fornendo servizi a oltre 25 clienti, Grey United potrà offrire un’ampia gamma di servizi di marketing che comprendono creatività, strategia, digitale ed esecuzione tecnologica e gestione dei social media.

“Sono lieto di aver unito le nostre forze con 1861united, una delle agenzie più dinamiche e creative in Italia – ha commentato David Patton (nella foto al centro con Roberto Battaglia e Pino Rozzi), presidente e ceo di Grey Emea -. Con Grey United abbiamo creato un’agenzia più forte e pronta per il futuro, che avrà una chiara identità distintiva sul mercato italiano. Questa è un’eccellente occasione per i nostri clienti e per i nostri dipendenti, poiché una agenzia unita fornirà indubitabilmente nuove strumenti e capacità sul mercato. Sono inoltre entusiasta di lavorare a stretto contatto con Pino e Roberto: hanno un’eccellente  reputazione sul mercato italiano e la loro potenza di fuoco creativa porterà senza dubbio una incredibile energia all’agenzia. Io credo che entrambi trarranno grande beneficio, entrando a far parte del network Grey. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare Mario Attalla per il suo impegno e lealtà a Grey e gli auguro grandi successi per il futuro. Sotto la sua guida, Grey Milan si è stabilizzata durante un periodo di mercato molto difficile negli ultimi anni”.

“Noi prenderemo da Grey il respiro internazionale, potremo godere di una visione più ampia che ci consentirà anche di esportare all’estero un pezzettino di Italia – ha commentato Rozzi a Today Pubblicità Italia -. Siamo contenti di poter lavorare con un management di altissimo livello e siamo stimolati dalle opportunità che questa fusione creerà per tutte le persone coinvolte – clienti e dipendenti. Sarà una bella palestra e una grande opportunità per noi. Ci inseriamo in un network importante, nel pieno di un rinascimento creativo. A riprova di questa qualità anche la doppia affermazione che nel 2013 ha portato a Grey i budget globali di Gillette e Volvo, i 36 Leoni vinti a Cannes e la nomina di Grey Emea ad agenzia dell’anno agli Euro Effies 2013”, hanno concluso Rozzi e Battaglia.

Grey è parte del network mondiale Grey Group, una delle più grandi società di comunicazione al mondo, parte del Gruppo Wpp. “Questa fusione testimonia l’eccellente collaborazione tra le società di Wpp – spiega il country manager Italia Massimo Costa -. Grey United sarà una agenzia formidabile e avrà il pieno supporto di Wpp”.

Al motto di ‘Grey Famously Effective Since 1917’, Grey annovera fra il suoi clienti nomi come P&G, GlaxoSmithKline, Diageo, NSBC, Pfizer, Canon, 3M, NFL, Boehringer Ingelheim, Vodafone e Volvo (www.grey.com).