Discovery Italia terzo editore tv nazionale, grazie a un 2013 da record

9 gennaio 2014

Il gruppo Discovery Italia archivia un 2013 da record. A gennaio acquisisce il 100% di Switchover Media e si attesta come 3° editore tv nazionale per share dopo Rai e Mediaset, posizione che mantiene durante tutto l’anno grazie a uno share complessivo del 5,5%. Lo share del portfolio sale al 6,9% considerando il target commerciale 25-54 anni e supera il 7% di share sul target più giovane 15-54 anni. Con un ascolto medio giornaliero di oltre 570 mila spettatori, Discovery Italia ha raddoppiato i risultati del 2012 e raggiunge ogni mese il 75% della popolazione italiana, 44 milioni di contatti complessivi. I 12 canali del portfolio sono distribuiti su diverse piattaforme: digitale terrestre free (Real Time, Dmax, Giallo, Focus, K2 e Frisbee), pay tv su Sky (Discovery Channel/+1 e in HD, Discovery Science, Discovery Travel&Living, Animal Planet, Real Time/+1 e GXT/+1) e digitale terrestre pay su Mediaset Premium (Discovery World).

Buoni risultati per i canali pay del portfolio: il flagship Discovery Channel (con il +1 e in HD) chiude il 2013 confermandosi ancora una volta leader dell’area Doc & Lifestyle di Sky. Oltre al successo di titoli consolidati quali Top Gear (la 19esima stagione si è conclusa con una media di ben 131mila spettatori), Affari a 4 ruote e Com’è fatto, Discovery Channel si è imposto sperimentando nuovi titoli inediti per il mercato italiano: lo speciale Megalodonte la leggenda degli abissi, lo scorso 9 dicembre, si è assicurato un ascolto di ben 167mila spettatori e lo 0.6% share (che sale al 3% considerando l’universo pay) confermandosi come il programma più visto di sempre sul canale. Real Time (canale 31 dtt free, Sky canale 124 e 125, TivùSat canale 31) nel 2013 conferma la leadership dei canali nativi digitali con l’1,6% di share sul totale giorno (+11% anno su anno) e si attesta come 8° canale nazionale subito dopo le sette reti generaliste. A giugno registra il suo record di sempre con oltre 187mila spettatori nel minuto medio e uno share del 2% (media giorno), mentre ad agosto, per ben due giorni (domenica 11 e 18 agosto), Real Time arriva a superare La7 sulla media giornaliera raggiungendo rispettivamente il 2,5% e il 2,2% share. Risultati che salgono ulteriormente sul core target del canale: con il 3,5% share sulle donne di età 20-49, Real Time si assicura il 6° posto nel ranking nazionale (superando le generaliste Rete4 e La7).

Bake Off Italia – Dolci in forno è stata sicuramente la punta di diamante del successo di Real Time. Il talent cooking condotto da Benedetta Parodi ha debuttato il 29 novembre, in simulcast su Real Time e DMAX, con 1,2 milioni di ascoltatori nel minuto medio, 4,2% di share e 2,6 milioni di contatti netti, risultando il 6° programma nazionale più visto dal totale individui, superando in prima serata Rai 2 e Rai 3. Le 6 puntate sono state viste da una media di 971 mila telespettatori con uno share del 3,5% e 6,8 milioni di contatti raggiunti (12,6 milioni considerando le repliche) mentre la finalissima, il 3 gennaio, ha fatto segnare il primo record in assoluto e del nuovo anno: 1.536.206 ascoltatori nel minuto medio e il 5,6% di share.