Condé Nast protagonista della fashion week maschile

8 gennaio 2014

Vogue Italia, L’Uomo Vogue e GQ a sostegno dell’eccellenza italiana

Da ieri ha preso il via Pitti Immagine Uomo e l’11 gennaio la settimana della moda milanese dedicata al mondo fashion maschile: Condé Nast (Vogue Italia, L’Uomo Vogue e GQ) si conferma ancora una volta protagonista della due manifestazioni. Tutti i progetti hanno obiettivi concreti di sostegno alle nuove generazioni: tre borse di studio sono promosse all’ Accademia di Brera, quattro internship sono create per gli studenti del Politecnico di Milano, mentre a Firenze, per i promettenti fashion designer, saranno lanciati due nuovi concorsi Who is On Next? in concomitanza su Vogue Italia e L’Uomo Vogue. Ieri per l’85esima edizione di Pitti Immagine Uomo L’Uomo Vogue e GQ Italia, in collaborazione con la Fondazione Pitti Discovery, hanno presetato The Latest Fashion Buzz, un’istallazione che enfatizza il ruolo della moda non solo in un ambito di tendenza ma anche in quello di ricerca, innovazione e design. Ai due brand maschili di Condé Nast il compito di sviluppare di due key concepts: Il Nuovo Formale – a L’Uomo Vogue – e Il Nuovo Informale – a GQ Italia.
Per la fashion week milanese che si aprirà l’11 gennaio L’Uomo Vogue, in collaborazione con Bugatti  presenta The Magic of La Vie en Bleu, dalle 19.30, presso Casa del Manzoni, dove sfileranno le collezioni Bugatti Fall/Winter 2014-15. Il 12 gennaio Vogue Italia e Piquadro insieme per Piquadro Creative Lab – The launch of “OPERA” Collection, un brunch che si terrà all’Accademia di Belle Arti di Brera a partire dalle 12. E per concludere  L’Uomo Vogue e Herno celebrano la filosofia dei due brand il 13 gennaio al Museo della Scienza e della Tecnica, a partire dalle 19.30. L’evento, A Unique Vision of Performance and Experience, prevede video-proiezioni e installazioni che renderanno la serata una vera esperienza sensoriale e un allestimento che riporta a 4 temi cardine di Herno: Technology, Performance, Urban e Tailoring. A interpretarli sarà il contributo di 4 studenti del Politecnico di Milano selezionati dal rettore; i 4 giovani saranno ospitati successivamente da Herno per una internship di 2 mesi: ne verrà poi selezionato uno per uno stage all’interno dell’azienda.