Piscopo: “Dai Mondiali 30 mln di euro per chiudere il 2014 con il segno più’

Rai Pubblicità limita i danni nel 2013 con una perdita di 20 mln. L’ad: “Raccolta sulle reti tematiche a +18% nel 2013, con +7% nel bimestre 2014. Altro obiettivo è aumentare la quota di mercato”. Nuova brand identity dal 10 marzo, il nuovo Carosello da metà mese

 

“Dobbiamo credere al brand e alla trasformazione multimediale”: è stato questo l’appello con il quale Lorenza Lei, presidente di Rai Pubblicità, ha introdotto la serata di presentazione dei nuovi formati commerciali della concessionaria Rai agli investitori, lo scorso giovedì sera a Milano, dopo la presentazione avvenuta mercoledì sera a Roma di fronte a oltre 200 clienti.

Un brand, quello della Rai, che sta facendo sforzi per produrre nuovi contenuti editoriali e per attrezzarsi di tecnologie sempre più al passo con i tempi, con l’introduzione del Second Screen e del Proxee in 500 sale cinematografiche (http://www.pubblicitaitalia.it/2014022722894/media/rai-pubblicita-piscopo-nel-2014-crescita-importante-grazie-ai-mondiali-di-calcio) e la disponibilità di due ricerche come QRP Quality Rating Point per monitorare la qualità dei contenuti commerciali e il Kubi-X per misurare e pianificare la crossmedialità. Un brand che a breve rinnoverà anche la propria identità pubblicitaria: addio quindi al cubo blu che gira sotto a un cielo azzurro punteggiato di nuvole perché dal 10 marzo gli stacchetti dei break punteranno su una grafica più vivace e colorata, realizzata da Air, la nuova divisione creativa interna guidata da Marco Lanzarone, che sarà da supporto anche alla produzione del ‘nuovo’ Carosello, che ripartirà a metà mese, tra il 15 e il 17 marzo.

Per quanto riguarda Rai Pubblicità, la ‘cura’ si chiama Fabrizio Piscopo (nella foto), l’ad arrivato da un anno che ha impresso il proprio marchio sulla struttura. “L’organico è stato snellito in accordo con le rappresentanze sindacali, l’età media è scesa da 55 a 37 anni, i dirigenti sono ridotti a 4 (-27%), Giuseppe Oliva è il nuovo direttore marketing e i venditori sono aumentati del 28%. Una squadra giovane e dinamica che sarà al completo entro i prossimi Mondiali di calcio – ha spiegato l’ad -. Una struttura che è riuscita nel 2013 a ‘limitare i danni’ portando il bilancio in utile  e passando da una perdita di 240 milioni nel 2012 ai 20 milioni dello scorso anno. Siamo stati leader di share nel 2013 con il 39% sul totale con Rai Uno a 18,3% di media, Rai Tre a 7,6% e Rai Due a 6,9%”.

L’inizio 2014 non è stato dei migliori né da un punto di vista degli ascolti, in lieve flessione, né da quello della raccolta. “Nel primo bimestre siamo andati quasi a pareggio, ma puntiamo a chiudere l’anno in positivo, con una crescita di fatturato grazie ai Mondiali di Calcio: ci attendiamo un valore aggiuntivo di 30milioni dalla kermesse sportiva. C’è già una lista di sponsor, con alcuni brand brasiliani”, ha aggiunto Piscopo a margine della conferenza.

Il programma della Fifa World Cup sulla tv di Stato, presentato da Fabrizio Serri, propone 25 partite in diretta su Rai Uno e sul web, 39 partite in sintesi sulle reti Rai, 64 partite in diretta sulla radio: anche l’orario della messa in onda delle partite viene considerata favorevole. Saranno molte le reti coinvolte sull’evento che proporranno, oltre a dirette e sintesi, rubriche di approfondimento. Un’offerta commerciale per tutte le tasche cha va da spazi di 60 mila euro a quelli da 3 milioni. La stima degli ascolti è quella di ottenere +10% rispetto ai Mondiali 2006 (che aveva avuto un’audience media del 52,3%), con un totale viewers di 11,9 milioni (di cui 10,9 milioni dalla tv, 450 mila dallo streaming e 550 mila dalla visione fuori casa).

Altro obiettivo fondamentale è quello di accrescere ulteriormente la quota di mercato, dopo che nel 2013 è aumentata di un punto. “Il totale dei nostri clienti si attesta attorno ai 540-550, 57 nuovi nel 2013, ma nel mercato ce ne sono almeno il doppio che non investono sulle reti Rai. Comunque, dopo aver rinnovato l’offerta Tv, rinnovato totalmente il web (e in gennaio si sono registrati 15,5 milioni di browser unici), il prossimo mezzo su cui intervenire è la radio, che ha perso complessivamente il 10% nel 2013, puntando anche sui personaggi come Fiorello e Baldini che proseguiranno con Fuori programma fino a giugno e ci saranno novità tra qualche giorno”.

Buona la performance delle reti tematiche, “con +18% di raccolta, risultato confermato anche dal +7% nel primo bimestre dell’anno in corso”, ha confermato Piscopo.

Sei sono le nuove iniziative speciali introdotte dalla responsabile Lucia Lini: Split Screen 2.0, Social Inspot, e formati studiati per specifici settori come Testimonial Test Drive, Cucini‘amo’, I love Italy e In-Factory. “Nel 2013 gli investimenti sono cresciuti del 10%, con 100 nuovi clienti e con formati passati da 5 a 20 – ha dettagliato la manager -. Il product placement che quest’anno sarà mirato ai programmi La prova del cuoco, Detto fatto, Che Dio ci aiuti, Provaci ancora Prof 6, nel 2013 ha aumentato il fatturato del 33% con una fedeltà del 70% da parte dei brand”. Una parte importante in quanto “la raccolta proveniente da Iniziative speciali e Carosello, svicolata dai break classici, costituisce il 15-18% del fatturato”, ha concluso Piscopo.

 

Valeria Zonca

 

 

Il Governo boccia la web tax. Se ne riparlerà in Europa

“Rimossa la web tax, ne riparleremo in un quadro di normativa europea”: con queste parole Matteo Renzi su Twitter ha liquidato la web tax, rimandando di fatto il tentativo di regolamentazione a un contesto sovranazionale.

Il Consiglio dei ministri ha così proceduto ad abrogare la norma della legge di stabilità che prevedeva la tassa (anche detta Google Tax). Bocciata dunque in extremis  – avrebbe potuto entrare in vigore già dallo scorso sabato – la norma che imponeva a chi vuole acquistare servizi di pubblicità e link sponsorizzati online di rivolgersi obbligatoriamente a soggetti titolari di partita Iva rilasciata dall’amministrazione finanziaria italiana.

La web tax, che nella realtà non rappresenta una vera tassa, avrebbe rischiato di mettere fuori legge migliaia di aziende italiane che operano online. Per il suo contenuto il provvedimento aveva suscitato le riserve della Commissione Europea, tanto che già lo scorso dicembre il commissario europeo sulle materie fiscali, Algirdas Semeta, aveva espresso però seri dubbi sulla compatibilità della web tax italiana con l’ordinamento comunitario.

Ebuzzing Labs, vincono gli Oscar 2014 Di Caprio, Streep, McQueen e Gravity

Uno studio fatto sulle conversazioni degli utenti nei social media

 

L’Ebuzzing Labs, una tecnologia di social media analisi, che ha correttamente predetto i vincitori dell’ultima edizione di X Factor e i risultati delle elezioni Presidenziali negli Stati Uniti, rivela che Gravity sarà premiato come miglior film dell’anno agli Oscar 2014, in programma domenica 2 di marzo.

Il Labs ha analizzato i tweet a partire dal momento in cui sono state annunciate le nomination. Dal 16 gennaio in poi ha iniziato a produrre un report sugli share of voice identificando, tra i protagonisti degli Oscar di quest’anno, quali sono gli attori, le attrici e i film preferiti dagli utenti su Internet.

Dopo la raccolta dei dati relativi agli Oscar, il team del dipartimento ricerca e sviluppo ha interpretato i dati decretando che i probabili vincitori dell’edizione 2014 saranno: migliore attore Leonardo Dicaprio, per  The Wolf of Wall Street, migliore attrice protagonista Meryl Streep, per August Osage County, miglior regista Steve Mcqueen, per Twelve Years a Slave, miglior film Gravity, con Sandra Bullock e George Clooney.

OMD, ‘agenzia media più creativa al mondo’ per l’ottavo anno consecutivo

Per l’ottava volta consecutiva OMD Worldwide, agenzia del Gruppo Omnicom Media Group, trionfa e viene nominata dal Gunn Report 2013 ‘l’agenzia media più creativa al mondo’.

Il Gunn Report, lanciato ormai nel 2004, riconosce il ruolo vitale e innovativo che le agenzie media ricoprono nel panorama attuale della comunicazione: è dunque oggi lo standard del mercato per la valutazione globale della creatività in ambito media e classifica le agenzie in base ai principali premi vinti a livello mondiale.

Il riconoscimento a OMD di agenzia ad alto tasso di creatività segue a quello recente di Adweek che ha nominato il network ‘Global Media Agency of the Year 2013’, confermando il posizionamento dell’agenzia a livello globale, dopo un anno che ha registrato performance molto positive e un susseguirsi di risultati importanti.

Nella pubblicazione del nuovo Gunn Report for Media OMD risulta così prima in classifica con 876 punti, seguita da Starcom con 326 e da Mindshare con 319.

Compri online e ci guadagni con CashBackOne.com

È attiva da qualche mese, benché il lancio ufficiale sia previsto per marzo, la piattaforma CashBackOne, un progetto innovativo che premia gli utenti registrati restituendo loro una percentuale di quanto speso in acquisti online effettuati sui siti partner. Il suo utilizzo è estremamente lineare e intuitivo: ci si registra, si effettua l’acquisto desiderato su uno dei siti di e-Commerce partner dell’iniziativa (al momento sono più di mille) e una volta effettuato il pagamento, una parte di questo andrà ad accumularsi in attesa di essere restituito al compratore, una volta raggiunto il valore soglia di 50 euro. “Proprio questa è una caratteristica che differenza CashBackOne.com dalla stragrande maggioranza di piattaforme in qualche modo simili”, spiega Davide Raimondi, Ceo e Coo di Webbdone, la holding a cui fa capo CashBackOne.

“Noi non restituiamo punti fedeltà, premi di incerto utilizzo o buoni acquisto, bensì denaro vero, che i nostri utenti possono farsi accreditare, senza spese aggiuntive, direttamente sul proprio conto corrente”.Il meccanismo di CashBackOne richiede la registrazione iniziale. In seguito l’utilizzo diventa totalmente neutro. Il potenziale acquirente può cercare sul sito il negozio preferito o la categoria d’interesse. Prima di effettuare l’acquisto ha la possibilità di consultare la scheda che correda ogni e-shop per vedere come e quanto potrà guadagnare se comprerà con CashBackOne. Una volta individuato in questo modo il negozio di interesse, cliccando sul link si arriva direttamente sul sito del negozio. Di qui in avanti si procede come in qualsiasi altra transazione online che si è fatta in precedenza. Un contatore presente nella pagina individuale dello stesso provvede a dare immediata evidenza della somma accumulata: quando si raggiungono i 50 euro, come detto, si potrà chiedere di ‘incassare’ l’importo, tramite bonifico sul conto bancario o su PayPal o scegliere di spenderlo per atri acquisti.

“All’atto della registrazione – precisa Raimondi – si riceve un bonus di 12 euro, mentre le percentuali di cashback sono variabili e possono arrivare al fino al 15% a seconda degli accordi stretti con il rivenditore partner e/o della categoria merceologica in oggetto”. CashBackOne.com fa parte del Gruppo Webbdone.

Fila conferma la fiducia a Cooee Italia

Fila Surface Care Solutions rinnova la fiducia  a Cooee Italia, affidando all’agenzia guidata da Mauro Miglioranzi (nella foto) l’incarico per la comunicazione 2014. L’azienda, che  opera sul mercato internazionale delle soluzioni per la protezione e manutenzione di tutte le superfici in marmo, pietra naturale, gres porcellanato, cotto e legno, è reduce da un 2013 ricco di soddisfazioni e connotato dai festeggiamenti per il primi 70 anni di attività.

Nel 2014 Cooee seguirà tutte le attività di comunicazione istituzionali e di prodotto. Attualmente presente in 60 paesi nel mondo, Fila rimane leader nel suo mercato di riferimento per l’attualità della gamma di prodotto proposta e per la qualità del servizio e dell’assistenza tecnico-commerciale; nonché per i valori di innovazione, specializzazione e tutela dell’ambiente che da sempre la contraddistinguono. A cura dell’agenzia saranno dunque lo studio e la progettazione dei nuovi materiali per il punto vendita e le nuove campagne stampa in previsione per l’anno, oltre alla comunicazione per il lancio sul mercato di un nuovo prodotto. Forte della sua filosofia, quest’anno Fila cercherà anche di mettere in luce ai consumatori finali i vantaggi derivanti dell’applicazione dei giusti prodotti, per avere risultati brillanti su tutte le superfici.

Rcs: torna Cibo a regola d’arte a marzo a Milano con Cracco e Oldani

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci si prepara a diventare teatro di due weekend lunghi dedicati alla cultura del cibo: torna infatti ‘Cibo a regola d’arte’, l’evento prodotto da Rcs, sviluppato da La Cucina del Corriere, dopo il successo dell’edizione 2013 (oltre 35.000 visitatori). Anche quest’anno saranno Davide Oldani (dal 14 al 16 marzo) e Carlo Cracco (dal 21 al 23 marzo) a curare la direzione artistica dell’evento. Il palinsesto delle giornate offrirà svariate opportunità di coinvolgimento attivo del pubblico, confermando gli appuntamenti di maggiore successo della scorsa edizione: workshop, show cooking, conversazioni e degustazioni.

A queste iniziative consolidate si aggiungono le Masterclass: tutti i giorni alle 18 una lezione di alta cucina di Oldani e Cracco, che quest’anno avranno al loro fianco un ospite speciale: Paolo Maldini, Saturnino e Fabio Novembre accanto allo chef di Cornaredo per scoprire i temi della Rapidità, dell’Esattezza e della Molteplicità, mentre Cracco ospiterà Gualtiero Marchesi, Guido Gobino e il prossimo vincitore di MasterChef Italia. Altre novità saranno La Brasserie, uno spazio aperto tutti i giorni in cui tutti gustare una varietà di ricette selezionate da Cibo a regola d’arte, e i Kids Lab dedicati ai più piccoli. Le prenotazioni si potranno effettuare esclusivamente tramite ViviMilano.

Il programma completo dell’evento è sul sito www.ciboaregoladarte.it, che avrà anche uno sviluppo social su Facebook e Twitter. Main partner sono tre enti territoriali: Friuli Venezia Giulia, Regione Puglia e Trentino; partner istituzionale è Expo 2015; i partner sono: Alce Nero, Eridania, Ferrarelle, Fratelli Orsero, Masserie Didattiche Puglia, Mokarabia, PAM, Trento Doc. Home&cooking partner sono De Longhi e Kenwood. Ilve ha fornito il supporto tecnico, mentre la realizzazione dei servizi food&beverage è affidata a Papillon1990.

Spiega Raimondo Zanaboni, direttore generale Pubblicità di Rcs: “Questo evento rappresenta per noi un modo nuovo di fare gli editori, attraverso la relazione con il pubblico. Il Corriere della Sera affronta un tema di grande interesse per il pubblico ed esce in maniera tridimensionale dai suoi ambiti creando un grande evento, che lo scorso anno è stato un successo in termini sia di ritorno di immagine sia di ricavi grazie agli sponsor. Si tratta di un vero e proprio modello di offerta pubblicitaria, da media tradizionale a fornitore di soluzioni di marketing”. Tanto che la casa editrice continua a investire proprio sugli eventi: al Salone del Mobile di Milano ci sarà ‘The art of Living’  mentre nell’arco del 2014 proseguiranno gli appuntamenti di Gazza Summer, Corriere Innovazione e Il tempo delle donne (sei eventi promossi dalla 27Ora di Corriere.it). E sempre nell’ottica delle nuove soluzioni per gli investitori, si prosegue sulla strada delle web series: dopo il successo  di Una mamma imperfetta e Il rumore della memoria, “sono in arrivo altre operazioni di web fiction nei prossimi mesi” anticipa Zanaboni.

Nel frattempo il gruppo sta rivoluzionando anche la propria offerta digitale: dopo l’annunciato restyling di Corriere.it previsto per le prossime settimane, il 18 marzo debutterà online il sito di Style, come spiega Luca Traverso, direttore sistemi verticali Rcs, che aggiunge: “Stiamo inoltre lavorando sul canale moda del Corriere, che lavorerà in una logica di sinergia con i periodici del gruppo”. Anche per Abitare è in fase di valutazione “un nuovo progetto multimediale”.

Andrea Crocioni

Diadora detta nuove regole con Dude

Da New York a Los Angeles, da una sponda all’altra dell’Oceano per raccontare una generazione che vive le grandi città in modo personale e creativo, che sfrutta l’energia dei luoghi per ricrearsi uno stile di vita peculiare, mai banale? e che trova nella linea Generation 2.0 di Diadora il completamento ideale della propria personalità.

Free to be me, il posizionamento strategico Diadora ideato da Dude, nasceva proprio grazie al film manifesto dell’aprile 2013. Un anno dopo, Diadora torna sul mercato con una nuova creatività, ‘The city is what we make of it’ (nella versione italiana diventa ‘La nostra citta, le nostre regole’), che si propone di andare in più profondità.

Il film di lancio della campagna di brand (che vede anche un comarketing con Redbull) è ambientato a L.A., luogo simbolo di un immaginario metropolitano che passa dal cinema fino ad arrivare ai videogames. Protagonista del film è una moltitudine di giovani che reinterpreta la città come un immenso campo da gioco, teatro di performance sportive e sfide improvvisate, dove le regole non sono più quelle della società ma quelle che creiamo noi. Il film, realizzato per web e tv nei tre tagli da 75”, 40”, 30”, è stato adattato in tre lingue: inglese, italiano e francese, in modo tale da avere una diffusione internazionale.

Seat PG rilascia TuttoCittà NAV 1.1, primo aggiornamento di TurnByTurn

La neonata app di navigazione

 

 

Seat PG Italia rilascia l’aggiornamento alla versione 1.1 dell’app TuttoCittà NAV: l’applicazione mobile che trasforma lo smartphone in un vero e proprio navigatore GPS con mappe offline per tutta Italia.

Scegliere la destinazione diventa più semplice e immediato grazie al miglioramento di alcuni aspetti grafici dell’interfaccia che facilitano la user experience e all’introduzione della nuova funzione di calcolo delle alternative di percorso,  per selezionare la strada più rapida e funzionale.

Anche la compatibilità con iOS e Android è resa più fluida contribuendo così ad aumentare le performance dell’app e rendendola il compagno di viaggio ideale sia per girare in città che per visitare nuovi luoghi. Scaricabile in maniera completamente gratuita sotto copertura wi-fi, TuttoCittà NAV è disponibile per i sistemi operativi iOS (dalla versione 6.0 in su) e Android, consente la navigazione satellitare senza consumare traffico dati ed è utilizzabile ovunque sul territorio nazionale senza necessità di copertura Internet. Oltre ai 3.5 milioni di servizi e punti d’interesse disponibili, l’app consente di impostare come destinazione l’indirizzo dei propri contatti in rubrica. L’assistente vocale sfrutta la tecnologia text to speech; in alternativa si può scegliere la funzione natural voice, in italiano e altre 21 lingue straniere. L’app infine adatta automaticamente la visualizzazione scegliendo tra modalità giorno e notte, e avvisa con un allarme sonoro o visivo quando si oltrepassano i limiti di velocità.

 

 

 

Frida Kahlo ‘donna nel mito’ su Diva Universal

In occasione dell’anniversario dalla morte (1954) e della Mostra che si terrà presso le Scuderie del Quirinale a Roma, a partire dal prossimo 20 marzo, Diva Universal ha deciso di dedicare uno speciale documentario della serie ‘Donne nel Mito’ alla grande artista Frida Kahlo.

Icona indiscussa della cultura messicana novecentesca, venerata anticipatrice del movimento femminista, seducente soggetto del cinema hollywoodiano.  Il documentario costituirà una parte della sezione video della Mostra. L’ appuntamento sul Canale a lei dedicato è per giovedì 20 marzo alle 20.50.

Pocket Coffee lancia la nuova iniziativa ‘In viaggio con Papà’

Un concorso dal 3 al 31 marzo

 

In occasione della Festa del Papà, Pocket Coffee, in collaborazione con eDreams, lancia il nuovo concorso ‘In viaggio con papà’ che mette in palio 3 voucher del valore di 2.000 euro ciascuno per organizzare il viaggio ideale da fare con il proprio genitore, scegliendo tra le opzioni ‘voli’ oppure ‘volo+hotel’ sul sito www.edreams.it. Per partecipare, acquistando dal 3 marzo al 31 marzo una confezione di Pocket Coffee da 18 o 32 praline e conservando lo scontrino, ci si dovrà iscrivere al sito www.pocketcoffee.it/concorso e inserire i propri dati per scoprire subito se si ha vinto. Pocket Coffee ha realizzato la piattaforma digitale ‘Moving People Supporter’ su www.pocketcoffee.it, che vuole mettere in contatto e aggregare, in una grande community, tutte le persone che ogni giorno sono in movimento. Inoltre, il 19 marzo si potrà gustare in omaggio un Pocket Coffee presso i 600 punti vendita Mondadori, Mondolibri, Edicolè e Gulliver di tutta Italia.

 

Clementoni torna in tv con Max Information

Clementoni si prepara alla primavera con due nuovi spot dedicati a sapientino e scienza&gioco. La campagna, firmata da Max Information, rinnova lo stile comunicativo dell’azienda per ribadire i valori che da sempre contraddistinguono il marchio di Recanati.

Sapientino presenta la Penna Parlante MilleQuiz con un linguaggio che cattura  l’attenzione dei più piccoli grazie alla magia dell’animazione. Protagonisti sono, infatti,  gli elementi delle  schede che danno vita ad uno spettacolo divertente e colorato.

Tutta la meraviglia delle grandi scoperte vive nello spot dedicato alla linea dei giochi  scientifici Scienza&Gioco, grazie a effetti ottici speciali che stupiscono i bambini e  raccontano in modo avvincente il fantastico mondo della scienza.

A chiudere il nuovo payoff: ‘Il n°1 dei giochi educativi’. I due spot saranno pianificati sui canali tematici digitali dedicati ai bambini (Rai Yo Yo, Rai Gulp, Cartoonito, Boing). La creatività porta la firma di Dario Anania, direttore creativo, di Francesco Scapin, art director e del copy Massimo Tiburli Marini. La casa di produzione è MarkTv per la regia di Nicoli Zanobi.

Alto Adige/Südtirol investe sullo storytelling con www.storiedavivere.it

Alto Adige Marketing punta per il 2014 sullo storytelling e lancia www.storiedavivere.it, online dal prossimo 3 marzo. Storiedavivere è il nuovo progetto di comunicazione di Alto Adige/Südtirol che come spiega il direttore marketing dii SMG-Alto Adige Marketing Martin Bertagnolli “è volto a coinvolgere nuovi target group attraverso la narrazione, uno storytelling concept che tocca tematiche che vanno al di là della pura offerta turistica. Il centro della strategia è una landing page il cui scopo è creare con chi ne fruisce un livello di esperienza. Il nuovo sito www.storiedavivere.it verrà comunicato dal 10 marzo con banner, video banner, pre-roll su siti generalisti in target e particolare rilevanza rivestiranno anche i social network, da YouTube a Facebook. Spingeremo poi lo storytelling a 360° declinandolo attraverso le pr, gli eventi e i progetti di co-marketing”. ‘Tradition reloaded’, ‘Voglia di innovare’, ‘Senza confini’ e ‘Scelte di vita’ i temi che verranno sviluppati sulla piattaforma nel corso del 2014. “Due di questi momenti sviluppati online, nell’ottica di un approccio olistico, diventeranno due flight tv da 30”, on air il primo a maggio e il secondo a settembre su reti nazionali. L’elemento cruciale di questo progetto di comunicazione sono i video, firmati dal videomaker altoatesino Andreas Pichler, e realizzati con il supporto creativo dell’agenzia di Amburgo Kolle-Rebbe. Il concept creativo del progetto www.storiedavivere.it è invece dell’agenzia White, Red & Green, nostro partner anche per il media planning“.

A raccontare su www.storiedavivere.it non sarà più un “impersonale” Alto Adige, ma le persone che vivono il territorio e che di fatto diventano parte integrante del brand Alto Adige. Così dal 3 marzo sarà possibile vedere Simon Gietl mentre affronta una parete a strapiombo e racconta la sua storia di giovane falegname che decide di abbandonare il lavoro per seguire la sua vocazione di diventare uno sportivo estremo, o quella di una giovane musicista che prima improvvisa jazz con i suoi compagni di classe e poi sfila per Merano con la banda musicale come a dire “l’Alto Adige è tradizione e modernità”. E ancora la storia del giovane contadino Harald Gasser, i vini d’autore di Manni Nössing, lo chef stellato Herbert Hintner, patron del Ristorante Zur Rose ad Appiano. Storie di vita vissuta, di donne e uomini dell’Alto Adige/Südtirol.

Le forme di comunicazione comprendono filmati e foto di grande impatto, interviste e brevi ritratti, reportage e commenti, elaborazione grafiche e link ai social media. Il progetto di storytelling “sarà il focus della comunicazione 2014 di Alto Adige/Südtirol e sarà lanciata solo sui mercati più consolidati, ovvero Germania, Italia, Svizzera e Austria – spiega il direttore marketing Martin Bertagnolli -. Il budget totale per la realizzazione del progetto, che comprende la realizzazione del sito, i film e il media planning è di 600.000 euro”. L’elemento centrale della landing page è il settore delle cosiddette “estensioni”: l’utente viene accolto dal sito con offerte o idee e con suggerimenti per acquisirle o metterle in atto. Dopodiché egli può conservare i “suoi” temi preferiti in un’area personalizzata, dove potrà anche acquistare prodotti e vincere uno dei premi messi a disposizione come ad esempio un tirocinio presso un orticoltore o la partecipazione al cencerto della banda locale.

Cinzia Pizzo

Meridiana e Draftfcb ‘riportano il sole in Sardegna’

Un’iniziativa pro bono, sviluppata con Fair Play e altri partner, per raccogliere fondi privati a favore delle zone dell’isola colpite dall’alluvione dello scorso novembre. Madrina del progetto è Cristina Parodi. Ad aprile on air la nuova comunicazione atl

 

‘Riportiamo il sole in Sardegna’ è il titolo della campagna solidale promossa da Meridiana e da Fair Play per la raccolta fondi a favore delle zone dell’isola, in particolare vicino a Olbia, colpite lo scorso novembre dall’alluvione Cleopatra che aveva provocato 16 vittime e alcuni dispersi, nonché ingenti danni al territorio stimati per oltre 650 milioni di euro. Il progetto è stato presentato ieri al Centro Filologico di Milano.

“Come una delle aziende più grandi della Sardegna vogliamo dare vita all’iniziativa insieme a molti partner e sostenitori – ha spiegato a Today Pubblicità Italia il ceo di Meridiana Roberto Scaramella -. Il primo step è la costruzione di una scuola, il simbolo da cui ripartire, per ridare qualità agli ambienti destinati ai giovani bambini e supportare il Comune di Olbia in questa direzione. Dal sito www.riportiamoilsoleinsardegna.it si può inviare una mail e accedere al numero di conto corrente sul quale devolvere una donazione; sempre online, inoltre, sarà possibile seguire le evoluzioni del progetto passo a passo per sapere dove saranno convogliati i fondi raccolti. Lo scopo è quello di lavorare fianco a fianco con le istituzioni, o meglio quello di sbloccare altri fondi istituzionali con la nostra iniziativa”.

Il Comitato Nazionale Fair Play, ente no profit del Coni, farà da garante a questa raccolta fondi, in un’ottica di massima trasparenza. Madrina d’eccezione è la giornalista Cristina Parodi, legata affettivamente alla Sardegna, che ha accolto l’invito.

Partner di comunicazione è Draftfcb Italia. “Abbiamo riunito Meridiana, per la quale lavoriamo da inizio 2013, e Fair Play, per cui lavoriamo dallo scorso settembre, in un progetto estremamente lodevole – ha commentato il presidente Franco Ricchiuti (nella foto) -. L’agenzia ha contribuito a 360° dalla concezione dell’idea creativa di ‘Riportiamo il sole in Sardegna’ fino alla realizzazione della comunicazione a corredo dell’iniziativa”. Il primo appuntamento è previsto il 16 aprile all’Hotel Four Season di Milano: una cena di gala con lo chef sardo Sergio Mei a cui parteciperanno istituzioni e imprenditori rappresentativi del mondo economico. A questo seguiranno altri eventi di sensibilizzazione e raccolta fondi.

A margine della conferenza il ceo di Meridiana ha rilasciato dichiarazioni sull’andamento della compagnia: “Abbiamo avviato un imponente piano di ristrutturazione in linea con gli obiettivi – ha detto Scaramella -. Nel 2013 abbiamo contenuto le perdite, nel 2014 l’obiettivo è il pareggio operativo, per tornare in utile nel 2015. Nei prossimi mesi saranno definiti gli esuberi”. La compagnia aerea tornerà on air ad aprile con una nuova campagna adv, firmata Draftfcb Italia, “che ci posiziona come operatore che offre un livello di servizio superiore ai competitor e che si fonda sul claim ‘Meridiana, questo si chiama volare’, diretto sia alle famiglie che vogliono viaggiare in sicurezza e tranquillità sia a uomini d’affari che devono raggiungere le nostre destinazioni”, ha concluso il ceo.

 

Valeria Zonca

Gara su Misura per tre agenzie

A breve l’esito

Colussi Group, secondo quanto risulta a Today Pubblicità Italia, avrebbe avviato una gara per il  brand Misura, marchio pioniere dell’alimentazione sana e equilibrata. Tre le agenzie in competizione per conquistare il budget per la comunicazione creativa. I progetti sono stati presentati  a metà febbraio e le agenzie attendono un responso a breve. Colussi Group ha acquisito il brand Misura nel 1996, lanciando sul mercato una propria filosofia alimentare, la nuova frontiera del wellness food, basata su una offerta diversificata, in continua evoluzione e sorprendentemente buona. Il marchio Misura ha conquistato i consumatori grazie a un’ampia gamma di prodotti, caratterizzati dall’equilibrio nutrizionale e pensati per esigenze mirate. Tre diverse linee pensate per rispondere a tre differenti esigenze: ‘Per la tua leggerezza’, ‘Per la tua libertà’, ‘Per il tuo equilibrio’. 100% di gusto e benessere sapientemente combinati in biscotti, snack, cereali, cracker, pasta e bevande: senza zucchero, privi di glutine, uova o latte, arricchiti di fibre e ad alto contenuto proteico.

Fiorella Cipolletta