Epica Awards: GP film all’agenzia danese &Co, Leo Burnett Network of the Year

Il Kingdom of Dreams di New Delhi ha ospitato il 24 gennaio scorso la cerimonia finale della ventisettesima edizione di Epica Awards. Tra i premiati di quest’ultima edizione: Leo Burnett, Network of the Year con 32 premi tra cui 9 ori; Forsman & Bodenfors, agenzia dell’anno con 15 premi tra cui 3 ori; Grand Prix film all’agenzia danese &Co che ha vinto con ‘Made > From Cool’ campagna per il marchio di moda Jack & Jones; il GrandPrix Press è andato alla Namibia con la campagna ‘Land Rover Defender’ firmata dall’agenzia Advantage Y&R; GrandPrix Outdoor a Havas Worldwide Turchia per ‘Music of the People’ realizzata per Acik Radio; Memac Ogilvy Label Tunisia ha vinto il GrandPrix Interactive con ‘Mobilitare il 12 ° uomo’,  app per la squadra di calcio CS Hammam – Lif. Nel corso del pomeriggio, il Kingdom of Dreams, palazzo in stile Bollywood, ha ospitato il Circolo Creativo, un convegno sul lavoro creativo internazionale che ha incluso i discorsi di Bechara Mouzannar, cco di Leo Burnett MENA, e Hideto Yagi, direttore creativo e art director di Dentsu Giappone. La premiazione si è aperta con il discorso di una leggenda della pubblicità indiana, Mohammed Khan, per concludersi con una festa con musica e cibo locale.

Mascotte Expo 2015: l’aglio si chiamerà Guagliò

E’ terminato il concorso lanciato lo scorso dicembre dalla società Expo Milano 2015, dedicata ai bambini di tutta Italia, per dare un nome ai personaggi che formano il volto della mascotte dell’esposizione universale. I bambini vincitori del concorso sono 34 provenienti da tutta Italia. I nomi saranno resi noti dopo avere effettuato i necessari controlli, per il momento il commissario unico Giuseppe Sala ha anticipato quello della mascotte Aglio: il suo nome sarà Guagliò.

Don Matteo benedice il prime time di Rai 1 e stacca il film di Canale 5

L’ammiraglia Rai vince  la gara degli ascolti del giovedì sera arrivando a superare gli 8 milioni di audience e toccando il 28% di share grazie a una nuova puntata della nona serie della fiction di successo Don Matteo.

Canale 5 si ferma al di sotto del 12% di share intrattenendo appena 3,3 milioni di telespettatori con il film commedia Faccio un salto all’Avana, diretto da Dario Baldi, in prima visione tv.

Bene La 7 che ottiene quasi il 9% di share grazie al programma di attualità Servizio Pubblico, scelto da oltre 2 milioni di telespettatori.
Sulla tv non generalista è ancora il talent di cucina Masterchef, in onda sul canale pay Sky Uno, ad assicurarsi il migliore risultato del giovedì sera con un seguito di quasi 900 mila spettatori per il 3% di share in fascia oraria 21-23.

A cura di Vivaky

Stefano Sala (Publitalia): verso un 2014 in pari per la raccolta pubblicitaria. Senza sconti

Stefano Sala, amministratore delegato commerciale di Publitalia, in un’intervista pubblicata ieri dal Sole 24 Ore non nasconde il piano ambizioso studiato insieme con Giuliano Adreani, presidente e amministratore delegato della concessionaria del Biscione: mettere ai blocchi di partenza “la Publitalia dei prossimi trent’anni puntando alla sostenibilità del business e proteggendo il più possibile i ricavi per spot”. Non svendere i break, dunque, abbassando i prezzi del listino ‘ufficiale’ ma difendere la qualità dell’offerta per gli inserzionisti. Un’offerta che, come già ribadito durante la presentazione al mercato del 22 gennaio scorso, è “cross mediale. Non parlo di multimedialità – dice Sala – che è un concetto divisivo. Parlo di crossmedialità e quindi della creazione di connessioni sui media che portano valore aggiunto. Abbiamo la tv free generalista, quella free tematica, la pay tv, la radio e il web. Senza imporre bundle lasciamo all’investitore la scelta su come muoversi”. Per quanto riguarda la chiusura 2013, “le cifre ufficiali saranno pubblicate con il bilancio, ma posso confermare che siamo allineati al consensus degli analisti (circa -11,5%, ndr). Quindi meglio di gennaio-novembre grazie a un dicembre in recupero”. In particolare la raccolta è in aumento per reti tematiche, pay tv e web. Ma come sarà il 2014? “È presto per dirlo – conclude il manager -. Se guardiamo all’insieme del mercato stando alle valutazioni di operatori e centri media potrebbe essere un anno almeno in pari. Non un risultato da poco”.

Maria Grazia Cucinotta per il terzo anno testimonial della linea Penta5 di Planter’s

Lanciata due anni fa con tre referenze, a cui se ne sono aggiunte due lo scorso anno, la linea Penta5 di Planter’s si arricchisce ulteriormente con due nuovi prodotti: Fluido Rigenerante ad azione intensiva viso, collo e decolleté per pelli atoniche e stressate e Stick Labbra + Balsamo anti-age effetto filler-idratante per labbra secche e opache. Marco Scandroglio, direttore generale di Planter’s, spiega che a sostegno della linea è on air una telepromozione su La7 e “da febbraio a maggio sarà in pianificazione anche una campagna stampa su femminili e riviste di settore. Contemporaneamente – aggiunge Scandroglio – siamo su stampa con la linea Perfect Eye che comprende sei prodotti dedicati alla bellezza dello sguardo”.  Protagonista della campagna Penta5, sia per la telepromozione sia per la campagna stampa, è, per il terzo anno consecutivo, Maria Grazia Cucinotta, che ha dichiarato: “Sono molto contenta di continuare a lavorare con Planter’s. Il mondo del naturale è un mondo che mi appartiene. La passione per la bellezza naturale, il rispetto dell’ambiente e l’amore per la natura sono valori che condivido pienamente. Tutto ciò, insieme alla convinzione della qualità dei prodotti Planter’s, mi rendono molto soddisfatta di questa partnership ormai consolidata che sono veramente felice di portare avanti”.

“A queste attività si aggiunge il web – prosegue Scandroglio -: stiamo lavorando molto sui social network, con i blogger e su Facebook, dove abbiamo raggiunto circa 20.000 follower. Inoltre abbiamo lanciato un canale Youtube sul quale stiamo sperimentando nuove possibilità. La creatività e la pianificazione sono realizzate internamente da Planter’s, così come le attività digital alle quali lavora un team dedicato”. L’azienda investe annualmente tra l’8 e il 10% del proprio fatturato, che ammonta  a circa 14 milioni di euro.

Laura Buraschi

Facebook: i ricavi pubblicitari cresciuti del 76% a 2,34 miliardi

Oltre ogni aspettativa Facebook fa il pieno di utili. Il social network chiude il quarto trimestre con un un balzo dell’utile netto a 523 milioni di dollari rispetto ai 64 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso. I ricavi sono saliti a 2,59 miliardi di dollari, in aumento del 63% rispetto al 2012. A trainare è la pubblicità: i ricavi adv sono infatti cresciuti del 76% a 2,34 miliardi di dollari, con la pubblicità sui dispositivi mobili che ha rappresentato il 53% del totale. Secondo E-Marketer, Facebook ha superato Yahoo!, divenendo seconda solo a Google sul mercato pubblicitario digitale americano.

“E’ stata una grande fine dell’anno per Facebook – ha dichirato  l’amministratore delegato di Facebook, Mark Zuckerberg -. Guardiamo ai prossimi dieci anni e all’aiutare a connettere il resto del mondo”. L’utile netto è risultato pari a 1,50 miliardi di dollari su ricavi per 7,87 miliardi di dollari, in aumento del 55% rispetto al 2012. La media degli ‘amici’ attivi al giorno è stata a dicembre di 757 milioni di persone, di cui 556 milioni dai dispositivi mobili. Nel quarto trimestre la media degli utenti mensili attivi è stata di 1,23 miliardi di persone, il 16% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il prossimo mese Facebook compirà diedci anni.

Algida e xister dietro il fenomeno ‘social’ del ritorno di Winner Taco

Una lunga attesa lo ha preceduto, accompagnata da una grande mobilitazione su Facebook. Algida lo ha annunciato nella sua fan page con un indizio il 15 gennaio che ha creato i primi rumours, poi con un post del 16 gennaio che ufficializzava la notizia. I fan si sono scatenati: 20.000 commenti, 11.500 condivisioni e 43.000 like su Facebook con 1.500.000 di utenti raggiunti in soli 5 giorni, diventando con l’hashtag #winnertaco trend topic per due giorni consecutivi su Twitter, superando 11 milioni di utenti raggiunti. Il successo è stato sbalorditivo anche per gli organizzatori dell’operazione, tra cui l’agenzia creativa xister, partner digital e social di Algida, in collaborazione con le agenzie Apload e Havas. Il Winner Taco, lanciato nel 1997, è poi stato messo fuori commercio nel 2003. Nel 2011 due puri aficionados del gelato hanno deciso di tradurre la propria nostalgia del Winner Taco in una pagina Facebook che da quel momento è stata teatro di un’attività vivacissima da parte di centinaia di utenti spontanei, che si sono uniti alla loro ‘battaglia pacifica’ per avere restituito il proprio gelato preferito. Un’ironia tagliente e un umorismo politically uncorrect hanno caratterizzato la pagina ‘Ridateci Winner Taco’ nel corso dei suoi due anni e mezzo di vita. Unilever ha seguito il fenomeno sin dai suoi albori verificando l’effettiva opportunità di rimettere in produzione il gelato tanto desiderato. “L’operazione è rimasta top secret per molto tempo prima di essere svelata – spiega Riccardo Zamurri, managing partner dell’agenzia creativa xister -. Per evitare che trapelasse la notizia il progetto aveva un nome in codice: tacchi a spillo, che poi altro non era che il ritorno di Winner Taco”. Nei prossimi giorni verranno svelati i prossimi capitoli di questa avvincente storia. Per aggiornamenti su Winner Taco: www.facebook.com/AlgidaItalia.

Radio 105 e Radio Monte Carlo si accendono online Festival di Sanremo

Martedì 18 febbraio 2014 si alzerà il sipario sul festival di Sanremo (18-22 febbraio 2014) di nuovo firmato dalla ditta Fabio Fazio-Luciana Littizzetto. E anche quest’anno, per il nono anno consecutivo, Radio 105 e Radio Monte Carlo accenderanno su 105.net, radiomontecarlo.netunitedmusic.it, tablet e smartphone la web radio interamente dedicata alla kermesse musicale più attesa e chiacchierata dell’anno. Radio Festival sarà online dal 31 gennaio e la sua programmazione prevederà, oltre alle canzoni delle 63 edizioni precedenti – per le quali è attiva l’opzione video on air che consente all’ascoltatore di vedere il video del brano che sta ascoltando – anche le puntate della storia della manifestazione con aneddoti, curiosità e contributi audio originali.

Si potranno poi ascoltare le interviste ai cantanti partecipanti alla 64° edizione, sia i 14 big che le 8 nuove proposte e ai vincitori delle scorse edizioni con i ricordi della loro esperienza (dagli storici Albano, Ricchi e Poveri, Toto Cutugno e i classici Enrico Ruggeri, Marco Masini, Pooh ai più recenti Valerio Scanu, Marco Carta, Marco Mengoni). Queste interviste, con il racconto delle emozioni pre-gara, sono state realizzate dal direttore delle web radio Beppe Cuva.  Lo stesso Cuva sarà presente in riviera i giorni della kermesse e nello studio mobile a Sanremo intervisterà gli artisti in gara per tenere costantemente aggiornati gli ascoltatori di Radio Festival.

Cambio alla direzione di El Mundo: lascia Pedro J. Ramírez

RCS MediaGroup annuncia che il direttore di El Mundo, Pedro J. Ramírez lascerà la guida della testata e la direzione editoriale del Gruppo Unidad Editorial. Durante il Consiglio di Amministrazione della controllata spagnola Unidad Editorial, l’Editore ha deciso di aprire una nuova fase per El Mundo, sempre tutelandone indipendenza e obiettività, unitamente all’elevata qualità dei contenuti. Il direttore Ramírez, fondatore di El Mundo e indiscusso protagonista dell’informazione spagnola, che manterrà un rapporto di collaborazione col Gruppo, firmerà domenica 2 febbraio la sua ultima edizione del giornale. La direzione di El Mundo verrà affidata a Casimiro García-Abadillo, attuale vice-direttore del quotidiano, con l’obiettivo di rilanciarne le diffusioni cartacee e di rafforzarne ulteriormente la leadership digitale. L’Editore è convinto che con questa nuova fase si pongano le condizioni di base per ristabilire l’equilibrio economico e finanziario della testata. Il Consiglio di Amministrazione di Unidad Editorial e il management dell’intero Gruppo RCS esprimono gratitudine al direttore Ramírez per aver contribuito alla nascita e alla crescita di una delle più rilevanti testate di informazione spagnola, dirigendola in questo lunghissimo arco temporale.

Un febbraio ‘tutto da vivere’ con la programmazione di Radio Capital

Febbraio mese ricco di attività e progetti per Radio Capital, forte del suo nuovo claim ‘Vivila Con Noi!’. Il direttore Vittorio Zucconi ed Edoardo Buffoni saranno di nuovo in tour con due tappe di TgZero: il 3 febbraio a Cagliari, alla Mediateca del Mediterraneo e il 13 febbraio a Genova, al Palazzo Ducale. Incontreranno il pubblico per discutere, capire e trasformare, in diretta nazionale, i complicati abissi dell’informazione in parole accessibili a tutti. Il 10 febbraio partirà la fase di recruiting della seconda edizione  del CapiTalent, il primo contro Talent italiano dove non solo si canta (bene) ma si suona (meglio).  Obiettivo di CapiTalent è realizzare un contest e un programma radiofonico in cui si ascoltano cover di grandi classici suonati e cantati da band nazionali. La fase di recruiting (3 settimane) porterà alla fase di gara che partirà il 14 aprile. Il contest della durata di 7 settimane, assegnerà alla band vincitrice il titolo di ‘CapiTalent 2014’.

Dal 10 febbraio al 24 aprile, Radio Capital e Sony Music saranno presenti su Amazon e iTunes e in tutti i punti vendita Fnac, Mediaworld, Saturn, La Feltrinelli, IBS, INMondadori, Esselunga e Ipercoop con una promozione che, grazie al supporto permetterà a chi acquista un album di musica italiana del catalogo Viva l’Italia di Sony, di avere sconti e promozioni.  Inoltre, grazie al gioco Viva L’Italia, dal 10 febbraio al 24 aprile, Radio Capital regalerà ogni giorno agli ascoltatori un cd del catalogo Sony Music dedicato alla musica italiana. Giovedì 13 febbraio Radio Capital celebrerà la Giornata Mondiale della Radio (patrocinata dall’Unesco) con una programmazione speciale. A febbraio prosegue anche la collaborazione con Lonely Planet. Dal 17 al 21 febbraio Capital in the World (in onda dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 13.00) sarà di nuovo on the road per raccontare in diretta le meraviglie note e meno note della Svizzera.

Cayenne viaggia in Porsche: nuovo incarico per le attività di comunicazione del brand

Cayenne si rafforza con l’acquisizione di un nuovo importante cliente, Porsche Italia. Dopo una gara che ha visto il coinvolgimento di quattro agenzie, Cayenne ha preso in carico la gestione della comunicazione del brand, a esclusione della pianificazione media, per tutto il 2014. “Siamo molto felici di questo incarico che riconferma la nostra competenza in termini di pensiero, creatività e interazione di tutti i canali on e off – afferma Lapo Brogi (nella foto), direttore generale di Cayenne -. Ci siamo messi in gioco, come sempre facciamo, per creare un impianto di comunicazione articolato che fosse strategico per Porsche in Italia e per la sua brand identity, mettendo in campo le skills specifiche dei diversi reparti di Cayenne. Un progetto che parte da un’attenta analisi dall’attuale situazione del Paese e dalla convinzione che le emozioni e i sogni abbiano sempre il diritto di precedenza. Un brand iconografico come Porsche assume, in un momento difficile come quello attuale, anche un ruolo sociale di traino per cercare di far (ri)emergere i lati positivi e propositivi degli italiani; e lo stimolo verso l’emozionalità, quando la razionalità tende a prendere il soppravvento come naturale risposta alla crisi, può risultare l’arma vincente”.

“Il percorso di selezione del nuovo partner creativo per la comunicazione del nostro brand in Italia è stato di grande stimolo e decisamente interessante per comprendere meglio il percepito legato alle nostre auto e al potere emozionale del nostro marchio – così commenta Volker Giering, direttore Marketing di Porsche Italia -. Abbiamo concluso scegliendo Cayenne che ha una struttura capace di coprire gli ambiti di comunicazione del marketing e ha dimostrato di saperci comprendere ed interpretare i messaggi che ci preme diffondere”.

Almeno cinque agenzie in gara per Giovanni Rana

L’azienda alimentare avrebbe coinvolto le sigle creative nella definizione delle nuove strategie di comunicazione del brand

Novità in vista per la comunicazione di uno dei più noti brand dell’alimentare made in Italy.  Secondo quanto risulta a Today Pubblicità Italia, Pastificio Rana avrebbe avviato una gara per ridefinire la strategia di comunicazione del brand e individuare il partner che dovrà occuparsi della realizzazione del nuovo format creativo. Al momento sarebbero almeno cinque le agenzie pubblicitarie coinvolte nel processo di selezione avviato dall’azienda.

La comunicazione per il marchio ha rappresentato un importante asset di crescita, tanto da contribuire in modo decisivo all’affermazione dell’azienda veronese a livello nazionale, facendo leva dai prima anni ’90 sul carisma di Giovanni Rana, fondatore e testimonial in innumerevoli e memorabili campagne. Oggi Rana rappresenta una delle realtà leader in Europa nel settore della pasta fresca. Guardando alla storia recente della comunicazione del marchio, da ricordare nel 2012 la decisione dell’agenzia Euro Rscg (oggi Havas Worldwide Milan) di interrompere la collaborazione con Rana dopo due anni di partnership. Il divorzio era stato annunciato con una nota stampa che sottolineava come dal punto di vista dell’agenzia non ci fossero “più le condizioni minime e necessarie per lavorare con reciproca soddisfazione”.

Successivamente, sempre alla fine del 2012, a seguito di una gara il Pastificio Rana aveva incaricato l’agenzia Walk In di realizzare i nuovi spot in cui il patron dell’azienda ‘lasciava’ il posto di testimonial ai consumatori. All’agenzia che uscirà vincitrice dalla consultazione, il cui esito sarebbe atteso per le prossime settimane, il compito di rinnovare la comunicazione del marchio e rinverdirne i successi.

Andrea Crocioni

Pubblicità progresso lancia ‘PUNTO SU DI TE’ contro i pregiudizi di genere

Campagna multipiattaforma di Y&R Group

 

Prende il via la nuova campagna promossa da Fondazione Pubblicità Progresso e firmata da Young&Rubicam Group sul tema del gender mainstreaming, per la valorizzazione del ruolo della donna nella società. “Abbiamo dato vita ad una campagna biennale che impiega tutti i mezzi. Partiamo da una comunicazione classica (spot tv, radio, stampa, cinema e affissioni) con un meccanismo creativo che sottolineerà il fatto che negare la discriminazione delle donne è già una parte del problema – spiega Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso -. “Tutto rimanda ad un portale www.puntosudite.it che verrà sempre più arricchito nel tempo anche grazie alle segnalazioni dei cittadini, per contenere progetti e attività volte a dare un contributo concreto al miglioramento della condizione della donna”. Attraverso il portale è, inoltre, possibile chiedere direttamente allo IAP la rimozione di campagne lesive dell’immagine della donna. Lo stesso impegno c’è anche da parte di Google per i contenuti su YouTube. Lanciato anche il concorso tra gli autori Siae per una canzone sulla parità di genere. “Il progetto – precisa  Contri – è stato particolarmente sollecitato dalle tre donne che siedono nel CdA (Giovanna Maggioni, UpaRossella Sobrero, AssocomDonatella ConsolandiUnicom).  Ci siamo dati due anni perché a cambiare i pregiudizi ci vuole tempo, ma si può accelerare se i mass media interverranno riprendendo ove possibile la tematica e non ospitando semplicemente la campagna negli spazi pubblicitari”. Molti i professionisti che hanno contribuito alle fasi del progetto. Per Young & Rubicam Group, sotto la guida dell’executive creative director Vicky Gitto, hanno lavorato Giovanbattista Oneto e Carmen Balestrieri (copy), Davide Breghelli, Cinzia Caccia, Giulia Papetti (art). Centri media: Havas Media Group, MediaClub e Kinetic.

Con Purple & Noise le Grotte di Castellana tornano a sorridere

Dai -25.000 visitatori del 2012 ai +9.000 della stagione 2013

 

Definizione del piano di marketing e comunicazione, interventi a miglioramento del sito e del territorio, riattivazione delle relazioni con la Regione Puglia e del dialogo con i Comuni contigui per ‘fare sistema’; nuovo pay-off, ridefinizione della campagna adv (con LM Communication), promozioni e iniziative speciali per agevolare i flussi,  co-marketing a livello nazionale, attrazione dei tour operator esteri, ufficio stampa di qualità su testate leader. Sono i macro-aspetti dell’attività posta in campo dall’agenzia di PR Purple & Noise che ha permesso in soli sei mesi alle Grotte di Castellana di passare dai -25.000 visitatori del 2012 ai +9.000 fatti registrare al termine della stagione 2013, chiusa con 228.000 presenze. La stretegia ha inoltre compreso  website (con 77agency), social network, nuovi materiali di comunicazione, video e foto (Daniele Errico), press room, tutto multilingue, nonché l’inizio della vendita online dei biglietti. “Il  turismo è il più grande asset del nostro paese – commenta Davide Ciliberti, fondatore di Purple & Noise, che chiosa – se solo potesse essere gestito con meno improvvisazione, miopia e localismo”.

La RSI torna in Italia con tvsvizzera.it

Da ieri, tra web tv e sito di informazione

 

Dopo decenni di assenza dalle case degli italiani, grazie a Internet, la Radiotelevisione svizzera italiana torna ad affacciarsi nella vicina penisola con una proposta editoriale destinata al pubblico di lingua italiana che risiede al di fuori della Confederazione elvetica e agli italiani che vivono  e/o lavorano in Svizzera. Il titolo, l’url e lo slogan del portale della Radiotelevisione svizzera per il pubblico italiano e  italofono è tvsvizzera.it. Per decenni la RSI è stata parte del panorama mediatico italiano, prima con Radio Monteceneri e più tardi con la TSI. A partire dalla metà degli anni ’80 e a più riprese, problemi legislativi, tecnici e commerciali hanno privato dell’offerta svizzera i moltissimi ‘affezionati’ italiani, ricorda una nota.  Online dal 30 gennaio 2014, tvsvizzera.it offre il ‘punto di vista svizzero’ sull’attualità, in particolare sulle tematiche di confine, e si propone di far conoscere sempre meglio la Svizzera e le sue peculiarità al pubblico italiano. Si occupa quindi di attualità svizzera e italo-svizzera, ma anche dell’attualità italiana e di argomenti di portata internazionale, con escursioni nell’ambito dell’intrattenimento e della cultura. Il punto di forza di tvsvizzera.it vuol essere l’offerta di contributi di qualità: non solo nell’ambito dell’attualità sui due versanti della frontiera, ma anche sulla vita politica, sociale, culturale, economica e scientifica in Svizzera, in particolare sotto l’aspetto dei contatti bilaterali e transfrontalieri tra i due paesi. A metà fra web-tv e sito di informazione, propone una selezione significativa dei programmi trasmessi dalle reti tv della RSI. Vi si trovano inoltre contributi ad hoc e molte rubriche che ripropongono in veste web materiali ripresi dagli archivi RSI. Non comprenderà invece, per motivi legati ai diritti di trasmissione, fiction d’acquisto e trasmissioni sportive. Sotto l’aspetto della tempestività, benché preveda anche news e contributi di giornata, il sito è pensato per seguire più un passo da periodico, da settimanale d’informazione, che il ritmo della cronaca quotidiana (già proprio di rsi.ch). tvsvizzera.it rappresenta anche una parte essenziale della strategia ‘europea’ del Consiglio federale. Berna infatti investe ogni anno una cifra importante per promuovere la conoscenza della Svizzera all’estero attraverso i canali radiotelevisivi, strategia finora limitata a Francia e Germania, raggiunti grazie alla collaborazione con la tv tedesca 3Sat e con la transalpina TV5. Con tvsvizzera.it, co-finanziata dalla Confederazione e dalla Società svizzera di radiotelevisione, la presenza mediatica svizzera si estende al terzo dei grandi paesi confinanti.