Vittorio Bonori su AssoCom: “Sentinelle, ma pronti ad uscire”

20 dicembre 2013

“Rispetto il risultato e faccio il mio in bocca al lupo a Marco Testa, si troverà ad affrontare una sfida complessa”: con queste parole Vittorio Bonori, ceo di ZenithOptimedia Italia, ha commentato l’elezione del nuovo presidente di Assocom. “E’ stato un voto di conservazione dello status quo – ha aggiunto il manager -. Purtroppo è mancato il dialogo sul cambiamento. Ritengo che il nuovo consiglio parta col piede sbagliato. Saremo sentinelle pronte ad uscire”.

Ricordiamo che proprio Bonori, in corsa per un posto in Consiglio, alla vigilia del voto aveva espresso le sue perplessità sulla candidatura di Testa alla presidenza, ma soprattutto sulla ‘convergenza’ che ha portato a questa scelta. “Prendo atto che nell’associazione non c’è voglia di cambiare – ha sottolineato -. La mia non è stata una battaglia personale, mi dispiace che si sia persa un’occasione di dialogo. Non c’è stata la ricerca di un’opinione diversa. Si è arrivati al voto senza parlare di programmi e con una visione preconfezionata. I numeri relativi all’affluenza, con un grande utilizzo delle deleghe, la dicono lunga sul sentimento di disaffezione che imperversa all’interno dell’associazione”.

Fuori Bonori, unico esponente del mondo delle centrali media in consiglio sarà Marco Girelli. “La composizione non rispetta il peso reale dei settori – conclude il ceo di  ZenithOptimedia -. Continueremo a guardare da vicino l’evolversi della situazione. A questo punto saranno i fatti a parlare”.

Andrea Crocioni