eBay, il Natale vale 10 miliardi di euro. Più di un 1 italiano su 5 comprerà i regali dal proprio smartphone

3 dicembre 2013

Indagine di TNS

Il 2013 sarà un anno all’insegna dello shopping mobile. Grazie ad un’indagine di TNS (condotta tra il 14 e il 18 Novembre, su un campione di 1.054 intervistati con età compresa tra i 16 e i 54 anni), eBay ha indagato come i nostri connazionali affronteranno il Natale 2013, quanto spenderanno, quanti regali faranno e le loro inclinazioni nei confronti dello shopping online. Il principale ambito analizzato dalla ricerca è quello della spesa prevista per le festività: si stima che in Italia il Natale 2013 costerà circa 10 miliardi di euro. Il 47% degli italiani acquisterà online allo stesso modo o di più rispetto al Natale 2012. Tra regali, cibo e casa gli italiani spenderanno circa 316 euro a testa, di cui circa 196 euro destinati ai regali e 120 euro alle decorazioni e al cibo.

“Per un italiano su tre il Natale rimane un periodo dell’anno stressante, a causa delle tante preoccupazioni per preparare tutto alla perfezione – dichiara Irina Pavlova, responsabile comunicazione di eBay in Italia –. I regali che ognuno fa sono in media 9 e servono sempre idee nuove ed originali per sorprendere amici e parenti, ma soprattutto per accontentare il partner, indicato dal 26% degli intervistati come la persona più complicata a cui fare un regalo. eBay, per proseguire nella sua missione di connettere le persone con le cose di cui hanno bisogno e amano, e per ovviare allo stress dovuto alla mancanza di idee nuove, ha creato una sezione completamente dedicata al Natale, (http://www.ebay.it/natale), dove ognuno può trarre la giusta ispirazione e godersi lo shopping natalizio in qualsiasi momento della giornata e da qualsiasi luogo”.
Lo shopping online come alternativa a quello tradizionale conferma il suo trend di crescita anche a Natale: sono, infatti, oltre 15 milioni gli italiani che hanno dichiarato che acquisteranno online allo stesso modo o di più rispetto allo scorso anno, con un aumento di oltre un milione 200mila in confronto al dato del 2012. A trainare questa crescita è soprattutto il mobile commerce: oltre 7 milioni di italiani pari al 23% degli italiani (2 milioni in più rispetto al 2012) faranno i propri acquisti natalizi da smartphone. A confermare il fenomeno del m-commerce sono i dati interni eBay, dove attualmente una transazione su tre è influenzata dal mobile.

Il Natale in Europa
     
La ricerca TNS per eBay ha inoltre studiato le attitudini natalizie in diversi paesi Europei, svelando le particolarità di 8 nazioni.

Lo stato con la spesa più alta è l’Irlanda, dove ognuno investe oltre 500 € tra regali e casa, al secondo posto la Svezia (422 €) e al terzo la Francia (387 €). L’Italia è al settimo posto, con una spesa di 316 € a testa. Differenze sostanziali si notano anche nei destinatari dei regali: in ogni paese i figli sono quelli per i quali si spende di più, con una media europea di 146 €, il partner è al secondo posto con una media di 88 €. Svezia e Francia sono i due Paesi dove la differenza tra i due è maggiore, dato che si spendono oltre 100 € in più per i figli rispetto ai compagni. La Russia è invece il Paese dove la differenza è minore: è infatti un solo euro a differenziare le due spese.
Analizzando invece la situazione italiana e paragonandola con lo scenario del 2012, è da sottolineare un minor investimento per la spesa del partner, una diminuzione media di 7 €, e un aumento della spesa per i figli, in media vengono spesi 5 € in più.

“Il Natale ideale è quello dove ognuno riesce ad accontentare i propri cari acquistando un pensiero per tutti, investendo la minor cifra possibile per i regali più esclusivi” – continua Irina Pavlova – “Per questo motivo fino a Natale la sezione eBay Imperdibili, – la più popolare del sito, dove si trovano prodotti di marca a prezzi scontati, con le spese di spedizione gratuite – verrà ampliata fino ad arrivare a migliaia di articoli in vendita ogni giorno. Inoltre dal 5 all’8, dal 12 al 15 e dal 19 al 22 dicembre ci saranno il quarto, quinto e sesto appuntamento con i fine settimana imperdibili, con prodotti scontati fino al 50% e che hanno riscosso un grande successo tra gli acquirenti italiani nelle settimane precedenti, registrando un numero record di vendite.”

Grazie alla ricerca TNS viene sfatato il mito degli italiani sempre di corsa per comprare regali di Natale all’ultimo momento. Se il mese di dicembre rimane fondamentale per tutti i paesi europei, con una media del 45% degli intervistati che si dedica allo shopping natalizio proprio in quel periodo, alcuni risultati sono del tutto inaspettati.

Gli italiani si rivelano essere coloro che, in percentuale maggiore rispetto al resto d’Europa, acquistano regali per il Natale successivo con i saldi di gennaio o immediatamente dopo il Natale appena trascorso (9%). Gli svedesi sono quelli che più degli altri ci pensano durante tutto l’anno (15%), a novembre sono gli irlandesi a fare spese natalizie (36%), mentre all’ultimo momento arrivano i russi. Il 24% dei russi infatti si dedica allo shopping natalizio solo la settimana prima di Natale, il 5% il giorno prima; entrambe queste percentuali sono più alte rispetto al resto d’Europa.

Dove acquistano e dove spendono maggiormente gli italiani a Natale su eBay

 Il Natale non si limita ai confini del Bel Paese, ma l’ispirazione arriva da tutto il mondo. Grazie alla portata di online e mobile shopping e alla vetrina mondiale di eBay, gli italiani vanno in cerca del regalo perfetto in ogni angolo del pianeta, stando seduti comodamente davanti al computer o aspettando il tram.

Dando per scontato che l’Italia rimane il paese dove il numero di acquisti effettuato è il più elevato, il secondo riferimento per gli acquirenti eBay italiani è l’Inghilterra dove si registra un acquisto ogni 5,8 secondi, segue la Germania con un acquisto ogni 7,4 secondi. Fuori dall’Europa si continua con Cina, Stati Uniti ed Hong Kong. Chiudono Francia, Spagna, Slovenia ed Olanda.

Altra variabile da tenere in considerazione è invece la spesa, perché non sempre un numero di oggetti elevato corrisponde ad una maggiore spesa. Con l’Italia ancora al primo posto in questa speciale classifica, la Germania diventa il secondo paese dove gli acquirenti eBay  spendono la cifra più alta, scalzando l’Inghilterra che rimane al terzo posto. Seguono Stati Uniti, Cina, Francia, Hong Kong, Olanda, San Marino e Spagna.

“I paesi elencati in questa classifica rappresentano la top 10, ma quelli in qui viene effettuato almeno un acquisto su eBay sono molti di più.” – conclude Pavlova – “Questi dati dimostrano le infinite possibilità di eBay, che ti porta in tutto il mondo con un click”