Rai diventa media company e lancia il portale Rainews.it

2 dicembre 2013

Gubitosi Luigi 2

Luigi Gubitosi: “Nuovi sviluppi anche per Rai 5, Rai Edu e Rai Storia. Nuove fiction in produzione. Tutti i programmi saranno concepiti in un’ottica multimediale”

“La tv di Stato diventa sempre più media company, presta maggiore attenzione al web, per attrarre audience più giovane, e ai contenuti: tutti i nostri programmi dall’informazione alle fiction saranno concepiti con un’ottica multimediale”. Queste le parole di Luigi Gubitosi, direttore generale Rai, venerdì scorso a margine del convegno ‘Televisioni e culture’, a Milano presso la Fondazione Corriere della Sera. In questo contesto di ‘revisione’ si inserisce il lancio, avvenuto nella notte dell’1 dicembre, del nuovo portale all news Rainews.it. “Un unico portale orizzontale che riunisce online tutta la produzione di notizie dei vari canali  – ha proseguito il dg -. Dalle attuali tredici redazioni web si passa a una gestione unica delle tematiche”.

Una Rai che, promette Gubitosi, sarà sempre meno condizionata dai partiti e che sarà sempre più radicata al territorio per diffondere cultura, come prevede la mission della tv pubblica. “Abbiamo intenzione di riversare sul digitale le Teche Rai, a cui tutti potranno accedere. Continueremo a puntare sulle fiction autoprodotte: fra le novità del 2014 La strada dritta, dedicata alla costruzione dell’Autostrada del Sole, Non è mai troppo tardi, sulla figura del maestro Manzi, e una sul caso Ambrosoli”, ha detto manager. “Anche alcuni canali tematici – ha concluso – saranno rivisti in una chiave di specializzazione culturale: nuovi sviluppi sono previsti per Rai 5, che diventa tv del teatro e del performing art, con la presentazione dei nuovi palinsesti giovedì prossimo a Roma, Rai Edu che diventa il canale delle scienze, e Rai Storia quello delle scienze umane”.

Valeria Zonca