hybris, Accenture e ContactLab analizzano le strategie e-commerce nei mercati emergenti

29 novembre 2013

Si è svolto mercoledì mattina l’evento eFashion Conference, organizzato da hybris software, insieme ad Accenture, Fusion Associates e ContactLab, che ha presentato i dati del suo Luxury Digital Behaviour Study. La conferenza ha affrontato una tematica molto calda: le strategie per l’avvio di attività eCommerce nei mercati emergenti, in particolar modo Cina e Russia. “Implementare un sito eCommerce in un mercato del tutto nuovo, può risultare un’operazione molto complessa: è fondamentale poter contare su di una piattaforma commerce flessibile e scalabile, in grado di supportare le aziende nello sviluppo di strategie online di successo”, dichiara Roberto Lei, country manager di hybris. Aggiunge Umberto Andreozzi, Accenture Interactive eCommerce Italy Lead: “Al fine di accompagnare i brand internazionali nella trasformazione digitale e nella definizione del percorso multicanale adeguato in ogni paese, Accenture ha raccolto competenze e capacità legate al mondo digitale proprio a Milano, capitale del lusso e della moda”.

In esclusiva per eFashion Conference, ContactLab ha presentato in anteprima i risultati principali del ‘Luxury Digital Behaviour Study’, studio che analizza la relazione tra i consumatori e i prodotti dell’abbigliamento e degli accessori di alta gamma in due mercati particolarmente evoluti e competitivi, Shanghai e New York, misurando allo stesso tempo il posizionamento e l’attrattività di oltre 20 brand produttori. L’indagine è stata realizzata su un campione di 1000 residenti rappresentativo della popolazione urbana delle due città, tra i 25 e i 34 anni e con accesso regolare a internet. Il mercato cinese, visto da Shanghai, si conferma un mercato che offre enormi opportunità alle aziende che producono articoli di alta gamma: a Shanghai quattro individui su cinque hanno già acquistato online almeno un prodotto di lusso, spendendo in media 1000 dollari per l’ultimo acquisto e dicendosi disponibili ad acquistare un nuovo prodotto nei prossimi mesi, spendendo più del 60% del budget che hanno già investito rispetto agli abitanti di New York. “La nostra nuova indagine su utenti digitali e luxury brand si inserisce in un nuovo filone nato per fornire preziosi elementi alle aziende che, avvalendosi del nostro approccio consulenziale, vogliono comprendere in profondità i comportamenti di acquisto per la definizione di una strategia integrata tra il canale retail ed e-commerce, sia in termini di vendite sia di promozione e comunicazione”, spiega Massimo Fubini, fondatore e amministratore delegato di ContactLab.