Sky, crescono gli investimenti in adv. Sky Go usato dal 40% degli utenti

11 novembre 2013

Andrea Zappia: “Tecnologia e risorse umane per la soddisfazione degli abbonati che rimangono stabili”

 

Nonostante l’ad Andrea Zappia (nella foto) durante il 2° Forum Wpp The European House-Ambrosetti, abbia definito l’Italia “un Paese che tende a portare avanti quello che dovrebbe morire, Sky Italia ha aumentato gli investimenti in adv perché crede nel mercato italiano, anche se sarebbe per noi insostenibile economicamente fare campagne per ogni programma che lanciamo e per quelli utilizziamo i mezzi digitali. La ‘straniera’ Sky dal 2003 ha investito nel Belpaese 10 miliardi di dollari, creando 15 mila posti di lavoro. La nostra ricetta è quella di contare solo sulle nostre forze, non abbiamo mai ricevuto un solo euro pubblico, e quella di fare meno cose ma più grandi e fatte bene, concentrandoci su programmi come XFactor (che nella puntata del 7 novembre ha superato il 2% di share, ndr), MasterChef, MasterChef Junior, The Apprentice, Hell’s Kitchen, stiamo lavorando sui diritti sportivi, abbiamo lanciato Sky Go (il 40% degli abbonati lo usa ed è un ottimo risultato) e My Sky”. Gli abbonamenti si mantengono stabili, ha dichiarato Zappia, anche se sono attualmente scesi sono i 5 milioni. “Sky è un’azienda che sta cercando di investire in maniera intelligente su tecnologia e risorse umane. Tutto quello che facciamo è per soddisfare i nostri abbonati”.

 

Valeria Zonca