Speedo punta sul ‘fit’ nella nuova campagna triennale

11 novembre 2013

Punti di vendita e digitale. Sono questi i canali scelti da Speedo Italia per lanciare la campagna triennale ‘Get Speedo Fit’ che vede a livello internazionale il marchio protagonista di una vera e propria rivoluzione che cambierà il concetto di swim fitness. Il brand del boomerang si propone così come sinonimo di tutto ciò che concerne il benessere fisico e psicologico derivante da una sana e costante attività in piscina. “Con la campagna – ha spiegato Michele Rossi, Business Unit Manager di Speedo Italia, in occasione delle presentazione dell’operazione che si è tenuta ieri a Milano –  vogliamo portare quell’aspirazionalità che manca al mondo del nuoto, andando a colpire la massa degli appassionati di sport acquatici. Non dimentichiamoci che il nuoto rappresenta la seconda disciplina per praticanti nel nostro Paese”. La strategia prevede una linea di prodotti dedicata e un piano di marketing declinato a livello globale che mirano ad elevare la percezione e la consapevolezza dei benefici dell’attività fisica in acqua. Un concept ben sintetizzato dal claim ‘You have the will, we have the way’.

“L’idea – ha continuato Rossi – è di creare appeal e di far crescere il desiderio di identificarsi in un brand. Per raggiungere il target abbiamo puntato sul punto vendita che per noi rappresenta il più importante strumento di comunicazione, tenendo conto del fatto che l’81% delle decisioni d’acquisto nel mondo dell’abbigliamento sportivo avviene davanti allo scaffale”. Non è un caso che diventi sempre più strategico il ruolo delle Speedo House. “Entro la fine di quest’anno ne avremo 13, più del doppio di quelle inzialmente preventivate. E anche per il 2014 abbiamo un nutrito piano di aperture”, ha sottolineato il manager. La ‘seconda’ vita della campagna sarà sul web. “Sito internet, Facebook e soprattutto il nostro canale YouTube che arriverà a gennaio. Per l’occasione sono stati realizzati a livello internazionale 20 video tutorial rivolti agli appassionati di nuoto”, ha precisato Rossi.

A questo, ma bisognerà attendere qualche mese in più, si aggiungerà una App. A digital e instore si potranno accompagnare nel corso dell’anno tour sul territorio. “Il nostro investimento in comunicazione corrisponde a circa l’8/9% del fatturato – ha concluso il manager -. Per il prossimo anno è previsto un ulteriore spostamento del budget verso le attività online e sul punto vendita”. Per il mercato italiano Speedo si avvale della collaborazione dell’agenzia Go Up.

Andrea Crocioni