Tv2000 presenta il documentario di Pupi Avati ‘I militi ignoti della fede’

8 novembre 2013

Da stasera ogni venerdì alle 21.20 le persecuzioni dei cristiani nell’Europa dell’Est

 

Prende il via stasera su Tv2000 (canale 28 del digitale terrestre, 138 di Sky, in streaming su www.tv2000.it) alle ore 21,20 I militi ignoti della fede, la serie di documentari realizzati da Pupi Avati sulle persecuzioni dei cristiani nell’Europa dell’Est durante il regime sovietico. Ventiquattro puntate, ogni venerdì alle 21,20, ciascuna della durata di un’ora, per raccontare la storia degli uomini e delle donne che hanno difeso la libertà, e in essa la Chiesa, opponendosi all’ideologia totalitaria comunista anche con la vita.

Protagonisti del documentario non sono solo i porporati che hanno guidato la resistenza delle chiese locali (come i cardinali Mindszenty, Wyszynsky, Beran o il parroco don Jerzy Popieluszko) ma anche i tanti cittadini per lo più sconosciuti – i ‘militi ignoti della grande causa di Dio’, come li definì Papa Wojtyla – che con il proprio sacrificio hanno contribuito a far implodere il regime sovietico.

Le tappe di questo inedito viaggio nella Storia saranno Polonia, ex Cecoslovacchia, Ungheria, Romania e Germania dell’Est, Urss, Yugoslavia, Albania e Bulgaria. Il titolo della prima puntata in onda questa sera è ‘In nome della libertà – La sfida di don Piepieluszko’.