Sda Bocconi apre a Facebook per un evento formativo su business e social

8 novembre 2013

Appuntamento il 19 novembre: interverranno i ceo delle principali agenzie media. Luca Colombo: “Una partnership inedita che spero prosegua”

 

Lo stesso giorno in cui, dall’altro capo del mondo, Twitter si quota in borsa, Facebook Italia annuncia la sua discesa nel campo della formazione al fianco della Divisione Ricerche Claudio Dematté Sda Bocconi, “una partnership inedita e che spero prosegua”, ha detto a Today Pubblicità Italia il country manager Luca Colombo (nella foto). 

Ad aprire la stagione del rinnovato interesse verso l’educazione alle aziende sarà l’evento, gratuito e aperto a tutti, del 19 novembre: ‘Fare business con i social network’. “L’obiettivo che ci proponiamo è raccontare e aggiornare il mercato italiano attraverso casi di successo, mettendo a fattor comune le best practice ovvero un’attività realizzata sulla nostra piattaforma capaci di generare business e un ritorno degli investimenti attraverso l’engagement, quindi che non sia fine a se stessa”.
Colombo fa poi leva sulla sinergia con Gfk che permetterà di rafforzare l’impianto metodologico e di misurare con più precisione l’impatto dell’adv sui social. “Questo consentirà di avere anche nel nostro Paese, come già accade all’estero, un nuovo ventaglio di case study a disposizione degli inserzionisti per comprendere appieno le opportunità di business che la piattaforma può offrire ai brand”.
Stando ai dati del terzo trimestre finanziario, a livello globale le revenue provenienti dalla pubblicità, cioè l’85% del valore totale, sono risultate pari a 1,80 miliardi di dollari. “Il trend italiano non si distacca molto da quello internazionale. Abbiamo la tendenza a percepire con leggero ritardo alcune cose ma poi siamo bravi a colmare i gap. È successo anche con il mobile: fino a un anno fa andavamo a rilento con 10 milioni di utenti al mese. Oggi quella stessa cifra si registra quotidianamente e il 50% dei profitti proviene dal mobile”.
Indubbiamente “allenati a monitorare tendenze e cambiamenti provenienti dal mondo digital e dai social in particolare sono la Bocconi e la sua Business School – -, spiega il professore associato Emanuela Prandelli -. Puntando all’innovazione e monitorando il mondo social come fenomeno in grande fermento per l’impatto manageriale che può generare, è stato naturale aprire le porte a Facebook. L’evento sarà occasione per condividere esperienze di successo e favorire la diffusione di una cultura aperta alla sperimentazione su piattaforme che indubbiamente stanno cambiando le modalità di interazione con il mercato”.
Il 19 novembre la professoressa terrà l’intervento dal titolo ‘Social & Business: come far crescere brand e vendite nel mondo 2.0’. Ad animare la mattinata ci saranno ospiti del calibro di Roberto Pedretti, country manager di Nelsen Company e Giuseppe Caiazza, ceo di Saatchi & Saatchi Italy. Particolare spazio verrà dedicato alle agenzie media. Coordinati dal professore Silvia Vianello, si confronteranno Valentino Cagnetta, ceo di Media Italia, Roberto Binaghi, ceo di Mindshare, Isabelle Harvie-Watt, ceo & country manager di Havas Media Italy e Vittorio Bonori, ceo di Zenith Optimedia Italia.

Paola Maruzzi