Tetraedro ‘si fa in quattro’ per far crescere il dialogo col cliente

4 novembre 2013

La scorsa primavera l’agenzia Tetraedro ha avviato un nuovo corso con l’ingresso nel team di Marina Sergio, in qualità di partner associato. Oggi, a distanza di pochi mesi, la sigla milanese ha inaugurato una nuova ‘casa’, in via S. Michele del Carso, e ha rafforzato ulteriormente la squadra. Ad arricchire di competenze la prima linea di Tetraedro arriva Alessandro Marchionne (nella foto), manager di lungo corso proveniente da Agricola San Felice, azienda vitivinicola di proprietà del Gruppo Allianz, dove ricopriva la carica di direttore generale.

“La nostra volontà è quella di far crescere una squadra affiatata, dove competenze differenti e complementari si integrino per dare ai clienti un servizio di qualità – spiega Marina Sergio -. L’ingresso di Alessandro va proprio in questa direzione. Riteniamo che un professionista come lui, con un approccio manageriale, sia in grado di comprendere meglio le esigenze delle aziende, visto che ne conosce i meccanismi e le dinamiche interne”. Marchionne porta in Tetraedro la sua esperienza di uomo d’azienda, consolidata nel mass market food, di Danone-Galbani, e wine dove ha ricoperto incarichi di vertice.

“Ci muoviamo su un mercato che richiede sempre di più consulenza. Un’esigenza che è anche figlia di una crisi che ha svuotato di competenze le aziende. In questo contesto per una realtà specifica come la nostra si apre uno spazio di azione molto interessante”, sottolinea il nuovo partner associato. “Noi rispondiamo a questa richiesta, mettendo in campo un’elevata seniority e un approccio trasversale. Figure come la mia e quella di Marina, poi, facilitano il dialogo fra clienti e reparto creativo, accelerando i processi”, aggiunge Marchionne. Se negli anni ’90 l’agenzia è partita offrendo le proprie competenze nel packaging e nel pop , oggi la gamma dei servizi si è allargata, agli allestimenti, all’advertising e al digitale, con creativi di riferimento per ognuna di queste aree. “Siamo fortemente focalizzati sul mondo del food , ma la nostra idea è quella di allargare lo sguardo a tutto il mass market. Naturalmente senza snaturarci e mantenendo quell’approccio informale che in questi anni è stato il punto di forza di questa agenzia”, conclude Marchionne.

Andrea Crocioni